Coppa Europa, a Krenn il secondo superG di Reiteralm. Battilani ottavo: «Prestazione positiva, nonostante un errore»

Sedicesimo De Vettori, ventiseiesimo Guglielmo Bosca. Si riparte a gennaio da Wengen il 6 e 7 con due superG ancora

0
Henri Battilani

Secondo superG di Coppa Europa in Austria a Reiteralm: Christoph Krenn è profera in patria e conquista la vittoria, dopo il settimo posto di ieri. Sul podio con il ’94 austriaco ecco lo svizzero Mauro Caviezel distanziato di 5 centesimi. Sul gradino più basso del podio troviamo invece un altro austriaco: stiamo parlando di Christian Walder, che perde 27 centesimi dal compagno di squadra. Quindi il norvegese Adrian Smiseth Sejersted, l’austriaco Johannes Kroell, lo svizzero Gian Luca Barandun e il norvegese Marcus Monsen.

GUARDA LA CLASSIFICA

BATTILANI OTTAVO – Quindi in ottava piazza ecco Henri Battilani, azzurro del gruppo Coppa del Mondo: il valdostano di Gressan conquista così la quarta top ten in Coppa Europa (seconda in superG, nono proprio qui l’anno scorso) e perde 75 centesimi. Ma ecco Battilani: «Una prestazione positiva, ci voleva. Ho commesso un errore nella parte iniziale, forse se non il podio, mi sono giocato una posizione ancora migliore. A Natale raggiungeremo Santa Caterina Valfurva, il 26 sarò già in prova. Se gareggerò? Ci saranno le selezioni, vedremo. Certo che questo risultato mi fa bene…».

Matteo De Vettori ©Agence Zoom
Matteo De Vettori ©Agence Zoom

GLI ALTRI ITALIANIMatteo De Vettori, uno dei punti di forza per la velocità del team di Prosch, è sedicesimo a 1.09, mentre Guglielmo Bosca a 1.44 termina ventiseiesimo. Gli altri sono fuori dai top 30. Emanuele Buzzi, che con Battilani e Buzzi si allena ormai sempre con la squadra A, quarantunesimo, Davide Cazzaniga dell’Esercito quarantottesimo, cinquantesimo l’interesse nazionale Nicolò Cerbo, cinquantasettesimo Michelangelo Tentori dello Sci Club Lecco. Più attardati l’altro atleta di intresse nazionale Federico Paini e i giovani velocisti azzurri Alexander Prast e Christoph Atz. Non hanno concluso la gara l’interesse nazionale Werner Heel e Pietro Zazzi del Reit Ski Team.

Alexander Prosch ©Gabriele Pezzaglia
Alexander Prosch ©Gabriele Pezzaglia

IL PUNTO DI PROSCH – Ma ecco il punto di Alexander Prosch, l’allenatore responsabile del gruppo Coppa Europa, dopo la due giorni in Stiria: «Bene Battilani, peccato per Buzzi che ha sbagliato. Bosca non si è trovato a proprio agio ed è un po’indietro, poteva fare meglio…Mentre discreta la gara di De Vettori. Dai più giovani mi aspettavo di più, ma bisogna avere un po’ di pazienza e lavorare ancora molto. Adesso la pausa natalizia e poi un gennaio di fuoco. Si parte con tre tappe in fila. Il 6 e 7 due superG a Wengen, 9 e 10 due giganti a Davos, 11 e 12 due slalom a Zeel Am See. E poi andremo a Kitzbuehel. La Coppa Europa insomma è davvero entrata nel vivo».

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.