Combinata, in slalom domina Holdener. Brava Schnarf, sesta

Una giornata importantissima per la stagione 2015-2016: in un colpo solo in palio ci sono, o possono esserci nel secondo caso, la coppa di specialità e la classifica generale. A Lenzerheide nello slalom della combinata alpina come previsto ci sono cinque slalomiste pure davanti, guidate da Holdener, in formissima. La migliore delle velociste è… Johanna Schnarf, sesta a 1”37, brava anche a sfruttare il n.1 di partenza. Può andare a caccia anche del podio dopo la manche di superG, anche se la favorita per la vittoria oggi, e a quel punto si prenderebbe ‘coppetta’ e ‘coppona’, rimane Lara Gut, che termina nona a 1”46. Decima Brignone.

GARA – Pista ‘Silvano Belatrametti’, parte alta invasa dalla nebbia come previsto. Alle 7.30 la giuria prende la corrette decisione di invertire le manche. Si parte con lo slalom alle 10, superG alle 13 nella speranza che i banchi si diradino. Slalom facile, di circa 40”, con un media pendenza per tre-quarti gara e poi un pianetto finale, disegnato dal francese Pelicier. Tipica prova da combinata. Wendy Holdener è in super forma, si vede, parte con il n.4, accelera sul piano finale e travolge tutta la concorrenza, anche qualificata, con il tempo finale di 40”43. Anche lei è in lizza per la coppa di specialità. Michaela Kirchgasser prende 49 centesimi dall’elvetica e finisce seconda, terza è Gagnon a 0”67, ma con un problema alla spalla sinistra; quarta Barthet a 0”74, quinta Michelle Gisin a 1”08. Poi, come detto, un’ottima Hanna Schnarf con pettorale numero 1, sesta, davanti a Feierabend, Stuhec, Lara Gut e Federica Brignone, decima ex aequo 1”84 con Ferk. Stando così le cose, la ticinese sembra la principale favorita per la vittoria nella combinata odierna, Schnarf può giocarsi il podio, ma naturalmente tutto dipenderà da come si adatteranno le slalomiste alla prova veloce. Gagnon è la più brava in superG, seguita da Holdener e Kirchgasser, Barthet e Gisin. Tutto questo in linea teorica. Gara davvero aperta a ogni soluzione.

ITALIA – Le altre azzurre: 13esima Marsaglia, partita con pettorale n.2 (ha pagato troppo nella parte alta, poi ha sciato molto bene, è a 2”13, anche lei può recuperare molte posizioni), 29esima Marta Bassino a caccia dei primi punti nella specialità (con sole 41 concorrenti al via, di cui poi due non partite e sei uscite, si DEVE fare!); fuori Sofia Goggia che ha inforcato.

ORARI E TV – Manche di superG alle ore 13, Lara Gut può conquistare matematicamente la sua prima Coppa del Mondo generale, sarebbe la n.12 per la Svizzera in generale dopo Morerod, Nadig, Hess (2), Figini (2), Walliser (2) e Schneider (3). Diretta su RaiSport1 ed Eurosport2.

Altre news

Il progetto “Juniors to Champions” di Atomic è realtà anche in Italia

Il progetto Juniors to Champions di Atomic è realtà anche in Italia. Il più grande produttore di sci al mondo, che ha come obiettivo quello di accompagnare i giovani ed emergenti talenti che puntano ai grandi palcoscenici, vuole fornire...

Gruppo Rossignol ha radunato i suoi 45 istruttori nazionali

Il Gruppo Rossignol chiama a raccolta i “suoi” Istruttori nazionali per presentare il nuovo progetto di “brands promotions”. In occasione dell’aggiornamento ufficiale della Fisi a Cervia, Rossignol, lo scorso 24 maggio, ha anticipato il momento di formazione organizzando una...

Definite le squadre del Comitato Alto Adige

Linea di continuità, dopo i cambiamenti dello scorso anno nel Comitato Alto Adige. Christian Thoma continua a ricoprire il ruolo di responsabile della sezione sci alpino; in campo inoltre Christian Polig (VSS), Thomas Valentini (Grand Prix) e Thomas Rungg...

Gardena 2029, si decide il 4 giugno. Roda: «Grande lavoro condiviso da tutto il territorio»

Il 4 giugno in Islanda a Reykjavík alle ore 18 (20 italiane) la votazione al congresso FIS  per decidere l'assegnazione dei Mondiali di sci alpino del 2029. In prima linea la nostra Val Gardena che dovrà vedersela con la...