Comanda Luitz davanti a Ligety e Hirscher. Decimo Moelgg, undicesimo De Aliprandini. Seconda manche 20.45

Mancava solo il gigante ed ecco allora la prima gara della stagione fra le porte larghe. Dopo il superG e la discesa, tocca al gigante a Beaver Creek. In Colorado al momento guida Stefan Luitz. Il tedesco primeggia dopo la frazione inaugurale e ha la meglio su Ted Ligety: il fuoriclasse dello Utah torna in gara dopo l’infortunio dello scorso anno ed è subito competitivo. L’americano, cinque volte vittorioso a Beaver Creek, perde dalla testa della classifica 29 centesimi. Attaccato anche Marcel Hirscher: l’austriaco è a 39 centesimi. Poi i distacchi aumentano leggermente e troviamo ancora l’Austria al quarto posto: stiamo parlando di Manuel Feller quarto a 64, che divide la piazza con lo svizzero Justin Murisier. Bel sesto posto provvisiorio del croato Filip Zubcic partito con il 21 e che perde 94 centesimi.

CLASSIFICA PRIMA MANCHE 

NANI VENTITREESIMO – Primo italiano in classifica è Manfred Moelgg. Prestazione più che discreta per il ladino di Mareo che ferma il crono a 1.08 da Luitz, un centesimo peggio del norvegese Henrik Kristoffersen. Nella seconda, visto i distacchi, si possono guadagnare posizioni importanti. E’ in gara ancora Manfred, come del resto anche Luca De Aliprandini: chiude a 1.18 il trentino. Bene. Poi ventitreesimo a 1.96 Roberto Nani, davanti a Riccardo Tonetti a due secondi che termina con lo stesso tempo del deludente campione francese Alexis Pinturault. Florian Eisath al momento non brilla: finisce a 2.26 ventisettesimo. Giovanni BorsottiDominik Paris e Simon Maurberger non qualificati per la seconda manche. Seconda sessione alle 20.45.

 

Altre news

Roberta Melesi lancia un bel segnale: «Ho tirato fuori quello che sto costruendo»

Dietro a Marta Bassino e Federica Brignone (ieri nona con alcune sequenze buone e altre da rivedere) c'è qualcosa che si muove. Ed è una bellissima notizia per il gigante azzurro e più in generale per tutto il movimento....

Divertimento e spensieratezza le parole d’ordine di Marta Bassino

Prima di Soelden, gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di seguire le atlete in pista, parlavano di due atlete in grande forma: la svedese Sara Hector (ieri terza) e l'azzurra Marta Bassino. Ma poi quel gigante sul...

Kilde apre le danze della velocità con un successo a Lake Louise

La prima discesa della stagione è nel segno di Aleksander Aamodt Kilde. A Lake Louise il maltempo concede una tregua: visibilità spesso piatta, a volte con il sole, ma pista bella compatta. Il norvegese, con il pettorale 6, primo...

Killington: Bassino seconda dietro solo a Gut-Behrami. Nona Brignone, Melesi ottima 11a, primi punti per Colturi

È di Lara Gut-Behrami il primo gigante della stagione. L'elvetica ha vinto la prova di Killington - con partenza abbassata per il vento - con soli 7/100 sull'azzurra Marta Bassino che centra subito il podio, il ventiduesimo della sua...