Comanda Fanara, Moelgg terzo

Si doveva correre. E così è stato. Discutibile il valore tecnico di un gigante che nelle ultime porte sembrava una gara di fondo con atleti che si spingevano goffamente sui bastoncini. Discutibile una gara senza pubblico, bloccato a valle da una copiosa nevicata. Il verdetto della prima manche del gigante di Soelden: al comando il francese Thomas Fanara con 4 centesimi di vantaggio su Ted Ligety e 16 su Manfred Moelgg. Subito fuori Max Blardone, sceso in uno dei momenti peggiori per visibilità e condizioni del tracciato. A seguire, nell’ordine: Andre Myhrer (+ 0.44), Romed Baumann (+ 1.09), Kjetil Jansrud (+ 1.14), Didier Defago (+ 1.27), Tim Jitloff (+ 1.32), Marcel Hirscher (+ 1.36), Gauthier De Tessieres (+ 1.38). Ottima prova di Roberto Nani, ventitreesimo a 2.02. Gli altri azzurri: sedicesimo Davide Simoncelli (+ 1.70), ventunesimo Florian Eisath (+ 1.98), trentaduesimo Luca De Aliprandini (+ 2.54), trentasettesimo Giovanni Borsotti (+ 2.79), quarantunesimo Matteo Marsaglia (+ 3.56), quarantottesimo Mattia casse (+ 3.93). Ventiseiesimo Kostelic, quattordicesimo Svindal, dodicesimo Raich, non è partito Feuz.

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...