City Event, a Oslo brindano Shiffrin e Myrher. Primo podio in Coppa del Mondo per Melanie Meillard

Subito fuori i quattro italiani in gara: Costazza, Curtoni, Moelgg e Gross

3
Mikaela Shiffrin

Il nuovo anno si è aperto con il City Event di Oslo, prova maschile e femminile, questa volta disputata con la formula dello slalom. In Norvegia niente eliminazione diretta nei turni conclusivi, fin dagli ottavi si è corso su doppia manche. Una provo molto corta, poco meno di venti secondi, disputata in mezzo alla nebbia.

Mikaela Shiffrin ©Agence Zoom

VINCE SHIFFRIN – Condizioni particolari, ma che hanno premiato sempre la stessa atleta. La prima gara del 2018 è stata vinta da Mikaela Shiffrin, che ha però dovuto lottare per conquistare la sua 37a vittoria in Coppa del Mondo. L’americana solo nella seconda run di finale è riuscita a prendersi quel margine di ‘sicurezza’ per vincere nei confronti dell’elvetica Wendy Holdener, che ancora una volta deve accontentarsi del secondo posto.

Melanie Meillard (@Zoom agence)

MEILLARD, PRIMO PODIO – La small final è invece stata vinta da Melanie Meillard che ha lasciato al quarto posto la svedese Frida Hansdotter. Per la giovanissima elvetica del 1998 è così arrivato il primo podio in Coppa del Mondo, dopo 30 pettorali. Meillard ha esordito nel massimo circuito mondiale nel 2015, nello slalom di Aare.

Andre Myhrer in azione ad Aspen ©Agence Zoom

MYRHER AL MASCHILE – Il parallelo maschile è stato vinto dallo svedese Andre Myhrer che nella finale ha avuto la meglio su Michael Matt. Nella seconda e ultima run, l’austriaco è stato protagonista di un errore che lo ha estromesso dai giochi. Strada libera dunque per lo svedese. Terzo posto per Linus Strasser che ha battuto l’inglese Dave Ryding, bravo a eliminare Marcel Hirscher ai quarti di finale. Subito fuori, agli ottavi, Alexis Pinturault e Henrik Kristoffersen, eliminati rispettivamente da Matt e Strasser.

ITALIANI SUBITO FUORI – E gli italiani? Gli azzurri sono tutti usciti al primo turno. Chiara Costazza è stata eliminata da Bernardette Schild, Irene Curtoni è uscita contro Frida Hansdotter, mentre al maschile Manfred Moelgg è stato buttato fuori da Sebastian Foss-Solevaag e Stefano Gross da Luca Aerni.

 

3 COMMENTI

  1. Questa gara con sci da slalom e pali da gigante è inguardabile, oltre che pericolosa per i teli che coprono la visuale e si intrecciano con le attrezzature ed il corpo degli atleti. Visto che ormai gli atleti stessi provano ad abbattere le porte come fossero pali da slalom perche’ non mettere i pali singoli e fare slalom con doppie e triple dove il rumore di impatto con gli stessi creerebbe un effetto sonoro affascinante, che farebbe anche capire immediatamente chi sta vincendo tra i due atleti in pista!

    • osservazione molto giusta la tua FELIXE, in telecronaca DAVIDE LABATE ha riportato esattamente il tuo pensiero. Ha aggiunto di averne già parlato con MARKUS WALDNER ma che questi ne ha motivato la difficile realizzazione per il fatto che, essendovi nel testa a testa la necessità di guardare anche lateralmente l’avversario, gli atleti avrebbero aumentato notevolmente il rischio di inforcate icon tutte le possibili conseguenze del caso

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.