A Davos vince anche il secondo gigante Fis. Quarto Zingerle, poi Eisath

Doppietta ‘Baruffa’. Si, perchè il lecchese di Dervio in forza a FuturFisi si impone anche nel secondo gigante Fis di Davos. Stefano Baruffaldi sta attraversando un ottimo momento di forma, adesso sarà senza dubbio chiamato in Coppa Europa, quando il circuito continentale farà rientro dalla Lapponia. Sul podio a 36 centesimi l’austriaco Johannes Strolz, terzo lo svizzero Vincent Gaspoz.

L’ITALIA C’E’ – Ottima gara anche della compagine di ‘FuturDevid’: Alex Zingerle, è quarto. Peccato per Andrea Ravelli, secondo dopo la prima e alla fine dodicesimo. Poi c’è il poliziotto Michael Eisath al quinto posto, all’ottavo Marco Manfrini del Comitato Trentino, quindi undicesimo Fabian Bacher e tredicesimo Nicolò Menegalli. Ivan Codega e Michele Gualazzi out la prima manche, mentre Carlo Beretta dell’Esecito non ha portato a termine la seconda.

‘BARUFFA’ E LA VOGLIA DI COPPA EUROPA – Esulta Baruffaldi: «Quinto e quarto in slalom a Diavolezza, poi questi due sigilli a Davos. Sto bene, in allenamento vado forte in gigante e queste Fis lo hanno dimostrato. Ora sono proprio curioso di vedere come posso andare in Coppa Europa…Il mio circuito sono le Fis ad inizio stagione certo, ma gareggio qui con l’obiettivo di qualificarmi per il circuito continentale».