Cervinia, una giornata nello Ski Paradise. Il punto con il presidente Zanetti

Il presidente della Cervino spa Matteo Zanetti nel video

BREUIL CERVINIA (LIVE) – Una giornata a tutta, ad alto ritmo, senza sosta. Ma per davvero. Il logo è proprio indovinato: Breuil Cervinia Valtornenche Ski Paradise perchè oggi le condizioni d’allenamento sono ottimali e la giornata da cartolina. Neve compatta, dura, poi sole, temperatura gradevole per essere ad oltre 3000 metri a novembre inoltrato. E soprattutto piste davvero ideali per cimentarsi in un efficace training in discesa e superG.

Ci sono diverse squadre nazionali azzurre all’opera. I team di Coppa Europa e Coppa del Mondo di velocità maschili e femminili, Sofia Goggia del team élite, qualche azzurrino aggregato per l’occasione. E poi la Norvegia, la Francia, la Spagna con diverse formazioni. Per questi, ecco oggi nel menù la discesa sulla pista Ventina. Uno spettacolo. Un minuto e quaranta secondi di discesa, una grande occasione davvero per un allenamento di alto livello. Pandemia a parte, ci chiediamo se possa servire recarsi in Colorado a novembre come solitamente sono soliti fare i team azzurri di Coppa del Mondo prima delle gare. Le condizioni di Cervinia in questa giorni sono proprio ottimali.

Ci sono anche i gigantisti sulla pista Bontadini. Con loro anche lo slalomista Alex Vinatzer in vista del parallelo di Lech. Da Plan Mason si sale ai Laghi di Cime Bianche e quindi la cabinovia che porta sulla luna: e si, ecco i 3500 metri mozzafiato del Plateau Rosa. Appena scendi dalla funivia c’è la Svizzera: a sinistra si va verso il Bontadini (da Plan Mason si possono prendere anche una serie di seggiovie) a destra invece è situata la partenza del Ventina per la discesa. Ma non solo squadre nazionali. Ci sono anche comitati e sci club con esclusivamente le categorie Giovani: gigante e slalom per macinare pali in vista dei prossimi impegni. Allenamenti efficaci, soddisfazione da parte dei ragazzi e dei tecnici. Una giornata a tutta in questo maledetto momento di emergenza sanitaria legata al Covid. Due turni di allenamento, gel ovunque, mascherine come una seconda pelle. Si va avanti, nel rispetto delle regole. Squadre e club al lavoro in queste costruttive giornate di allenamento, nel fine settimana poi lo speed camp dedicato a Bruno Seletto, riservato alla categoria Giovani.

Altre news

Race Future Club, Scolari ai club: «Osserviamo anche gli altri, la scuola italiana non è sempre sinonimo di perfezione»

Si è chiusa a Cortina d'Ampezzo la terza edizione di Race Future Club, l'iniziativa di Race Ski Magazine che premia i migliori Children italiani quest'anno in collaborazione con Fondazione Cortina. Questa volta da 20 atleti il passaggio a 24,...

Race Future Club, Longo ai ragazzi: «Conta vincere, ma siate sempre umili per continuare a crescere»

«Ci tenevamo tanto a ricordare Elena Fanchini e così abbiamo deciso di dedicarle i nostri uffici ed una sala in particolare. Siamo orgogliosi di questo», fa sapere Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina e vice presidente vicario Fisi, mentre...

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo

Prima giornata al Race Future Club a Cortina d’Ampezzo. Condizioni variabili al Faloria: subito un po’ di nebbia, anche qualche fiocco di neve, poi finalmente il sole per i partecipanti alla terza edizione dell’iniziativa di Race Ski Magazine che...

Scatta il 3° Race Future Club in collaborazione con Fisi e Fondazione Cortina

Scatta a Cortina d'Ampezzo il Race Future Club atto numero 3. Stiamo parlando dell'iniziativa di Race Ski Magazine riservata ai migliori 14 Allieve/i e 10 Ragazze/i scaturiti dai risultati di Top 50, Alpe Cimbra, Campionati Italiani di categoria e...