Casse: «Metà podio perso, metà bella prestazione. La squadra? Consapevoli del potenziale, necessaria fiducia»

KITZBUEHEL – Mattia Casse è andato vicinissimo al terzo podio stagionale e della carriera. È rimasto fuori per quattro piccolissimi centesimi chiudendo quarto, nella gara vinta da Aleksander Aamodt Kilde.

Pensavi bastasse per il podio?
«Sono arrivato giù ed ero molto contento, poi ho guardato chi mancava all’appello e ho pensato che forse non sarebbe di nuovo bastato. Però al di là di tutto serviva una risposta dopo la gara difficile di ieri. Sono solido, ho sciato bene oggi, ho sciato bene ieri». 

Un podio perso o un piazzamento di nuovo positivo?
«Un po’ entrambe le cose: non avessi sbagliato sarei salito sul podio, invece ho sbagliato e sono arrivato quarto. Però sono comunque lì davanti e non tutte le ciambelle escono con il buco». 

A Kitz sempre una atmosfera particolare…
«Kitz è Kitz, è la nostra Montecarlo: tutti aspettiamo questa gara, anche il pubblico, e cerchiamo sempre di dare qualcosina in più, consapevoli che la pista è sempre molto esigente». 

Il prossimo fine settimana gareggerete di nuovo in Italia, con i due superG di Cortina. 
«Saranno due belle gare, subito dopo le donne inizieranno a preparare la pista (si correrà sempre sull’Olympia ma verrà bagnata, ci hanno detto gli organizzatori ieri, ndr), non vedo l’ora di godermi quelle due giornate». 

Cosa dici di questa squadra?
«Quelli al di fuori erano scettici, noi internamente invece siamo sempre stati convinti del nostro potenziale e di quello che stavamo facendo. Ieri ha fatto podio Florian Schieder, oggi ci sono di nuovo andato vicino io, questo fa bene al team. Abbiamo bisogno di fiducia, siamo giovani e poi l’età è solo anagrafica. Siamo molto legati, ci sproniamo a vicenda, tutto bello». 

Altre news

Il Cortina piazza De Zanna in azzurro. Gillarduzzi. «Forte tecnicamente ma anche di testa»

In tre anni due ingressi in squadra azzurra: bilancio sicuramente positivo per lo sci club Cortona che dopo Ambra Pomarè vede l'innesto in nazionale anche di Marco De Zanna. La parola al responsabile della categoria Giovani Roberto Gillarduzzi che...

Tanto azzurro nell’ascesa di Dzenifera Germane

«Tutti dicono che ha sempre sciato in Austria, ma lei ha davvero iniziato in Lettonia». Così precisa subito Simone Calissano, parlando di Dzenifera Germane, visto che il tecnico piemontese dall’ultima stagione segue la ventunenne lettone con l’Apex2100 International Ski...

Linea di continuità nelle squadre femminili azzurre

Pronte le squadre azzurre femminili. Tutto confermato per quanto riguarda il gruppo élite con quattro atlete, Marta Bassino, Federica Brignone, Elena Curtoni e Sofia Goggia, quattro tecnici di riferimento, Daniele Simoncelli, Davide Brignone, Paolo Stefanini e Luca Agazzi, sotto...

Ecco le squadre maschili. Rimane Innerhofer ma Gross da ottobre. Sale Talacci, scende Barbera

Ecco le squadre maschili di sci alpino per la stagione 2024-2025 agli ordini del direttore tecnico Max Carca. Christof Innerhofer doveva essere escluso considerate le prime riunioni, poi alla fine è stato inserito ancora nel gruppo Coppa del Mondo....