Carlo Janka si prende la rivincita su Peter Fill

Grande gara dell'azzurro, ma l'elvetico lo 'brucia' di 22 centesimi

Nella discesa libera di Lake Louise era stato Janka a guardare il podio dal basso, per pochi centesimi. Nella supercombinata di oggi a Wengen si è preso la rivincita, ‘tenendo’ molto bene nella manche di slalom e riuscendo a contenere il tentativo di rimonta di ‘Pietro’. A sua volta l’azzurro di Castelrotto è sembrato ‘in palla’ come non mai in slalom, su di una pista tutt’altro che semplice. Il miglior tempo nella sezione di slalom l’ha fatto – a sorpresa – il croato Natko Zrncic-Dim, partito con il numero uno, con Grange a due centesimi. Peter è risultato attardato di otto decimi da Grange che è partito venticinque numeri prima. Insomma una grande gara, che avrebbe potuto anche coronarsi con la seconda vittoria stagionale. Terzo posto per Silvan Zurbriggen, quindi Ivica Kostelic, Julian Lizeroux e Daniel Albrecht, che non è riuscito a confermare la leadership della discesa, preferendo mettere in cascina un po’ di punti che saltare come troppo spesso gli accade quando prova ad attaccare in slalom. Tattica che non ha adottato Bode Miller: ha ‘mollato’ come un pazzo ed è deragliato a poche porte dall’arrivo. Gli altri azzurri sono riusciti a portare a termine una manche dignitosa: tredicesimo Innerhofer, diciassettesimo Heel, ventitreesimo Thanei. Nella lotta per la classifica generale di Coppa Benjamin Raich (settimo) è riuscito a rosicchiare ulteriori punticini ad Aksel Svindal (ottavo) e JB Grange, nono. La supercombinata di Wengen è ‘archiviata’ con un altro bellissimo podio dell’Italjet: domani però si fa sul serio con la discesa libera del Lauberhorn e i nostri ragazzi promettono battaglia.

Altre news

La Fisi incontra il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La Fisi è stata ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, l’intervento del numero della Fisi Flavio Roda: «Oggi è una giornata che rimarrà nei nostri cuori e...

L’effetto Verdú sullo sci andorrano

Ad Andorra, adesso che la squadra di calcio è in piena zona retrocessione nella Liga spagnola 2 (la nostra serie B) lo sci è a tutti gli effetti lo sport nazionale del Principato. Non che prima lo sci non...

I norvegesi ripartono dal Trentino

Anche quest'anno la Nazionale norvegese ha scelto il Garda Trentino per il ritiro estivo, con allenamenti tra il Lago di Garda e le Dolomiti della Paganella. Dal 19 al 24 maggio, undici atleti ed i loro tecnici hanno sfruttato...

Pronte le squadre del Comitato AOC

Definite le squadre del Comitato AOC. Linea di continuità con la conferma degli allenatori Alberto Platinetti per il settore femminile, Ruggero Barbera per quello maschile e Alessandro Roberto in affiancamento per entrambe le squadre. Il responsabile Oriano Rigamonti ha...