Carica Rossetti: «In fiducia, ma non pensavo di essere là davanti. Stiamo crescendo insieme, ci vuole un po’ di tempo»

Un primo segnale, un primo squillo là davanti, dove da anni non si vedeva più nessuna italiana. Il quinto posto di Marta Rossetti a Killington è sinonimo che qualcosa si sta muovendo nella squadra femminile di slalom. Certo, serviranno altre conferme e non è il singolo risultato a far scatenare la festa. È però un buon indicatore che restituisce fiducia per il prosieguo della stagione. 

Che stesse sciando bene, Marta lo sapeva da tempo; che fosse capace di arrivare fino al quinto posto, no. Lo dice apertamente, mentre sta facendo ritorno a casa: «Non mi sarei mai aspettata di arrivare quinta – racconta la bresciana delle Fiamme Oro -, però è dall’inizio dell’anno che scio con fiducia, sapendo di avere nei piedi un risultato positivo. Già a Levi mi sentivo bene, in quell’occasione il risultato non era arrivato, ma non mi sono perduta d’animo». 

©Pentaphoto

Prima della gara è riuscita a sciare, a fare belle sequenze e a testare una neve dura e compatta, a lei congeniale. Bene la prima manche, fiducia alle stelle per la seconda. «Ho rivisto il video della discesa iniziale e mi ha colpito, perché avevo tanto margine di miglioramento. Così è stato, in queste condizioni posso dire la mia, adesso cercherò di portare questa positività anche nelle prossime gare, dobbiamo trovare continuità».

È senza dubbio un risultato che dà morale all’intera squadra di Roberto Lorenzi. Lara Della Mea, dopo i Mondiali di Méribel, si è ripetuta per metà. Una prima manche di alto livello e una seconda con qualche imprecisione di troppo. Ne è uscita con un quindicesimo posto che è comunque positivo e le permette di fare un passo avanti nella start list. Come ovviamente per Marta Rossetti, abbondantemente nella top 30 «Sono contenta anche per le mie compagne di squadra, ci stiamo allenando bene – aggiunge -, ci vuole un po’ di tempo per crescere tutte insieme e questi risultati aiutano molto». 

Questo è il primo, ora si attende la continuità per aprire una nuova stagione dello slalom italiano in rosa. Intanto Rossetti ha accarezzato la top 5, come non accadeva da cinque anni e mezzo quando Chiara Costazza chiuse quinta la gara di Squaw Valley. Era il 23 marzo 2017. 

Altre news

Coppa Europa, Asja Zenere vince il superG in Val Sarentino

Stoccata vincente di Asja Zenere nel superG di Coppa Europa in Val Sarentino: prestazione in rimonta dell’azzurra che con il best crono negli ultimi due settori sale sul gradino più alto del podio, precedendo di 35 centesimi l’austriaca Magdalena...

Coppa Europa: a Wahlqvist il secondo gigante; 11° Talacci e 12° Franzoni

Undicesimo posto per Simon Talacci e dodicesimo per Giovanni Franzoni nel secondo gigante di Coppa Europa di Pass Thurn. La vittoria è andata al norvegese Jesper Wahlqvist che ha concluso in 1’51″72 e preceduto di 5/100 il tedesco Jonas...

La Coppa Europa femminile arriva a Sarentino, finora fortino dell’Austria

La Coppa Europa questa settimana farà ritorno in Val Sarentino. Giovedì 29 febbraio e venerdì 1° marzo sulla pista Schöneben si svolgeranno due superG femminili. Dalla prima Coppa Europa in Val Sarentino, risalente alla stagione 2004/05, si sono tenuti...

Coppa Europa: Talacci è nono nel gigante di Pass Thurn vinto da Zwischenbrugger

Pass Thurn, località austriaca, è sede di recupero di due giganti maschili di Coppa Europa, in origine previsti in Slovenia, a Maribor. Nella gara odierna nona posizione per Simon Talacci. Il livignasco ha saputo risalire di una posizione nella...