Gardena Live – «Un grande podio, mi sento un altro. Dedicato a Manu»

Dopo due anni difficili, l’ultimo veramente buio, Werner Heel è davvero rinato. Un podio fantastico, eccezionale, un risultato tanto atteso. Ad inizio stagione subito una partenza con il ‘botto’, oggi addirittura il podio, il terzo posto nel superG gardenese. Certo, ci aspettavamo un altro grande risultato dopo le gare nordamericane, ma il podio è tutta un’altra cosa, ha tutto un altro sapore.

RINASCITA – L’anno scorso ha sofferto, l’anno scorso abbiamo sofferto a vedere Werner così abbattuto, depresso, sconsolato. Oggi è il giorno della resurrezione agonistica del velocista della Val Passiria. Eccolo: «Già, oggi è un grande giorno, è l’inzio di una seconda carriera. Sono davvero contento, sodddisfatto. L’anno scorso sensazioni terribili, fidatevi, non sapevo più quale era la destra e quale la sinistra». Heel è rinato.

ATOMIC E ‘MANU‘ – Quali sono stati i suoi segreti?: «A fine stagione ho cercato di voltare pagina. Ho cambiato materiale. Appena ho messo gli Atomic mi sembrava già di volare, davvero mi sono subito trovato bene. E poi una dedica speciale va a Manuela, mi è stata davvero vicina nel periodo più difficile. Mi ha sempre sostenuto, ha creduto in me». Aveva ragione ‘Manu’ Moelgg. Un grande campione è tornato. Bravo davvero Werner…