Federica Brignone autografa caschi @Andrea Chiericato

Federica Brignone non partirà subito per il Sudamerica. La valdostana salterà la prima parte di allenamento prevista a Valle Nevado, dove a questo punto il 31 agosto andrà solo la bergamasca Sofia Goggia. La ventottenne valdostana, che si era procurata un piccolo stiramento al legamento collaterale laterale del ginocchio sinistro e una forte contusione ossea alla stessa gamba, si è sottoposta presso l’ospedale di Como ad ulteriori accertamenti sotto la supervisione della Commissione Medica. La TAC ha evidenziato un miglioramento, ma non ancora sufficiente per poter partire. Tra una quindicina di giorni si svolgeranno ulteriori controlli per verificare l’evoluzione della situazione e l’eventuale inizio dell’attività tecnica.

In giornata il capo allenatore Matteo Guadagnini ha parlato di una situazione in continua evoluzione. «Per Brignone resta aperta la possibilità di partire per Ushuaia, si valuterà strada facendo, anche dopo qualche giornata sugli sci vicino a casa, per capire come reagisce la gamba».

Confermato intanto il programma del gruppo Elite: «I problemi di neve sono nella vicina La Parva, noi che abbiamo scelto Valle Nevado non siamo preoccupati: si può lavorare».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.