Borsotti, sospiro di sollievo: «Bene il ritorno sulla neve»

«Non ho avuto problemi, avevo timore che mi gonfiasse il braccio e invece tutto a posto. Almeno per il momento», fa sapere Giovanni Borsotti al termine della prima giornata sulle nevi perenni della Val Senales con il resto della compagine di gigante. L’azzurro era stato fermo a causa di una trombosi venosa al braccio e così non era stato convocato per il primo gigante della stagione a Soelden.

OBIETTIVO BEAVER CREEK – «Adesso l’obiettivo è essere in pista per la gara di Coppa del Mondo di Beaver Creek fra le porte larghe il 2 dicembre. Conto di esserci, vediamo i prossimi giorni», ancora Giovanni. I gigantisti azzurri si alleneranno ancora oggi e torneranno in Senales domenica o lunedì. 

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...