Blardone, senza parole

Live – Una seconda manche da manuale regala all'ossolano la sesta vittoria

Massimiliano Blardone oggi ha fatto qualcosa fuori dal normale. E non tanto per la vittoria, la sesta e la terza in Alta Badia, ma perchè in tanti, se non tutti, lo davano per finito. È inutile girarci intorno. Fra opinionisti, appassionati e tecnici, italiani e non, pochi ci credevano più. O meglio, in tanti non avrebbero più scommesso un euro dopo le ultime gare, comprese quelle dell’anno scorso, su un’altra vittoria. Questa stagione l’ennesimo cambio dei materiali, contestato da molti nel settore, poi le prime tre gare incolori. Non tanto per il risultato, ma per vedere un ‘Blardo’ diverso, meno cattivo, meno aggressivo, che pareva addirittura meno deteminato. Lui ci ripeteva che viveva serenamente questo momento difficile, noi a dire la verità ci credevamo poco. Il sesto posto della prima manche era già un risultato incredile, pazzesco, la vittoria addirittura irresistibile, superlativa, suprema. Ha annichilito la concorrenza nella seconda manche, dando una lezione di sci sul lungo muro centrale portando una velocità considerevole nel paino finale. Tutti indifesi, suonati, bastonati dalla superiorità del finanziere di Pallanzeno, che da qualche anno abita a Domodossola. Lezione di gigante: potente ma morbido, perfetto nelle linee e veloce anche nel pianoro finale. Sul podio con Blardone ecco l’Austria: Hannes Reichelt e Philipp  Schoerghofer. Ted Ligety, in testa dopo la prima frazione, addirittura quarto. Risorge anche l’Italia: Davide Simoncelli decimo, Giovanni Borsotti ottimo dodicesimo. E poi c’è Manfred Moelgg diciannovesimo.

Altre news

Livigno, il giorno del gigante del Master istruttori: ecco i 103 al via

LIVIGNO - Ci siamo. Oggi è il giorno del gigante prima prova per accedere al Master istruttori nazionali di sci alpino. Il gigante odierno non è solo una selezione, non è esclusivamente il primo ostacolo per accedere al Master...

È uscito Race ski magazine 176, incentrato sui grandi eventi giovanili di fine stagione

La stagione agonistica 2023/2024 è in archivio, ormai tutti i circuiti si sono chiusi, anche se qualche atleta, soprattutto di alto livello, è ancora in pista per sfruttare le condizioni, testare materiale e affinare il gesto tecnico. Com’è andata...

Kitzbühel e Sestriere, EA7 Winter Tour a tutta

Il viaggio continuo, che entusiasmo EA7 Winter Tour: dappertutto, ovunque. Da appiausi per gestione, organizzazione, offerta. E sulle Alpi non poteva mancare la tappa mitica in Austria  a Kitzbuehel. Posizionati in area Sonnenrast, l’igloo EA7 ed il gatto delle...

Zermatt chiude alle Nazionali, ma a rimetterci veramente solo gli svizzeri

Ci avete tolto la Coppa del Mondo, bene non daremo la possibilità di allenarvi in ghiacciaio. Questa in estrema sintesi la decisione del direttivo della Zermatt Bergbahnen. Nella prossima estate solo le squadre di sci d’élite, insomma le Nazionali,...