Benjamin Alliod e la Nazionale raggiunta: «Ho scelto di puntare sulla velocità, ora inizia una nuova avventura»

Benjamin Alliod è un altro volto nuovo delle squadre Nazionali. È valdostano, tesserato Esercito, e al termine della scorsa stagione ha vinto il Gran Premio Italia di velocità. «È stata una delle migliori stagioni che ho disputato – racconta -. A inizio inverno ho parlato con gli allenatori e insieme abbiamo deciso di puntare sul Gran Premio Italia di velocità. Era l’obiettivo e sono contentissimo di averlo centrato: si è chiuso il cerchio». La sua stagione era iniziata all’insegna delle quattro discipline: faceva un po’ tutto, poi ha dovuto decidere se provare a vincere la classifica di velocità o se proseguire sulla strada delle tecniche. Non una specializzazione, ma un focus sugli obiettivi per centrare quello più importante. 

Non aveva altre soluzioni essendo all’ultimo anno di categoria. O una vittoria in una delle due classifiche, oppure la necessità di provare a rincorrere quell’ambita giacca azzurra attraverso il circuito Senior. Il prossimo anno. «Sono partito facendo anche gigante e slalom e mi sono trovato in ballo in più discipline, poi verso fine stagione ho capito di poter ambire alla classifica di velocità ed è stata una tirata fino all’ultimo, soprattutto con i rivali Abbruzzese e Dalmasso».

Ora quella giacca è sulle sue spalle e una nuova avventura riparte, già tra pochi giorni con il primo raduno sulle piste di Les 2 Alpes, aperte dal 29 maggio e in ottime condizioni di innevamento. «Si riparte da zero con nuove motivazioni e ambizioni». Alliod praticamente non ha mai smesso: subito dopo aver concluso la stagione agonistica, ne ha approfittato per seguire il primo modulo del corso di formazione maestri. Lo fa in Valle d’Aosta, con il Collegio scelto anche da Francesca e Matteo Marsaglia e da Stefano Gross, che hanno da poco concluso alcune giornate a Breuil-Cervinia. 

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...