Battilani, quell’impegno e dedizione per conquistare il primo podio in Coppa Europa

Quando ti trovi fuori squadra e devi dividerti tra palestra, pista, skiroom e viaggi spesso in autonomia, non è semplice mantenere la concentrazione e la voglia di continuare. Serve precisione, professionalità e passione, serve aver ancora quella voglia di dimostrare che quella squadra nazionale la vali ancora. Henri Battilani ci è riuscito, tirando una stoccata pesante a Sarentino. Primo podio della carriera in Coppa Europa, arrivato nel momento della svolta, nel momento più importante di un’altra stagione che non era iniziata con il piede giusto. Per lui che doveva dimostrato tanto. Boom, secondo nel circuito continentale, dopo un’estate trascorsa con l’Esercito, con lo sci club Aosta e facendo principalmente gigante. Allenarsi in velocità è difficile, se non hai il supporto della squadra tutto diventa più complicato. Sì è messo lì, d’impegno, incastrando giornate di lavoro, sudando per ritornare in alto. Si è affidato a Piero Cassius per la preparazione atletica, si è fatto spesso coccolare dalle sue piste di Pila, ha cercato di farsi aiutare in skiroom, anche se tante volte lui stesso si è messo a limare, sciolinare e spazzolare i suoi sci. Mathieu Boldrini – ad Åre per testare materiali Toko – ha fatto la parte dell’amico che si è anche messo a disposizione per lavorare sci, guidare una macchina. «Sono contento di questo risultato – dice -. Serviva per il morale: sono competitivo, ma la stagione non è ancora finita». Battilani, fuori dalla squadra nazionale, si è costruito un team che lo ha fatto rinascere. Prima di spolverare le mazze da golf, c’è tempo, prima ci sono ancora due mesi a testa bassa, per fare un altro passo avanti. 

Altre news

Eyof, bronzo di Bieler in superG: «Ho pianto per le medaglie mancate, oggi davvero felice»

EYOF 2023 FVG LIVE - Ha aspettato Tatum Bieler fino all'ultimo, fino alla sessantaduesima, proprio a fianco dell'allenatore del Comitato valdostano Peter Angster. In piedi nella finish area. E mentre il telefono squillava in continuazione per i complimenti di...

La grande fiducia e la solidità di Mattia Casse

Ci vuole la tecnica, ci vogliono le gambe, ci vuole anche la fiducia. Perché spesso puoi avere i primi due elementi, ma senza un mix di fattori, non sempre il risultato arriva. Mattia Casse durante questa stagione ha trovato...

Eyof, cala il sipario con il titolo di Banyai in superG. Antonioli butta via una medaglia

EYOF 2023 FVG LIVE - Con il superG maschile di Tarvisio si chiude il Festival Europeo della Gioventù Olimpica griffato Friuli Venezia Giulia. Due superG in un giorno, con Tatum Bieler a mettersi al collo la medaglia di bronzo. Nella gara...

Gran finale all’AlpeCimbra: doppietta per Giada D’Antonio

Due su due. Giada D’Antonio ha concesso il bis a Folgaria e ha chiuso in trionfo la sua esperienza alla 52ª edizione dell’AlpeCimbra Fis Children Cup. Dopo il successo conquistato in gigante, la promettente atleta di San Giovanni al...