Ecco le dichiarazioni dei big al termine della prima frazione del gigante ‘a cinque cerchi’.

CAUTO LIGETY- «Di solito ho sensazioni diverse, oggi mi sembrava di essere andato anche un po’ troppo cauto» ha detto Ligety. «Sono al 50% dell’opera, devo spingere nella seconda manche , è l’ultima occasione per una medaglia, può succedere ancora di tutto. Le condizioni sono cambiate molto questa notte, è diventato più freddo e ora sembra più inverno».

SORPRENDENTE BANK – Non ci crede nemmeno lui, secondo, primo degli ‘umani’. Il ceco Ondrej Bank (un podio in supercombinata nel 2007) è in lizza per una medaglia storica. «È una giornata pazzesca, dopo la combinata non ero contento e oggi ho cercato di essere aggressivo e attaccare al meglio – ha detto al traguardo -. Sono sorpreso, chiaro speravo in un bel tempo ma non avrei mai neanche sognato un secondo posto. Non sono abituato a partire nella seconda manche con queste posizioni, spero che l’esperienza della combinata mi serva, vediamo come andrà oggi pomeriggio».

HIRSCHER TELEGRAFICO – Poche parole per l’austriaco: «La pista non era male, il salto è stato quel che è stato, ma Ted è sempre primo».

POVERO LUITZ – Era nettamente secondo il tedesco, una manche da paura e poi… ha inforcato l’ultima porta. Quasi peggio di una medaglia di legno: «No so cosa è successo, sopra avevo sciato bene, probabilmente non ero concentrato, la testa mi ha giocato un brutto scherzo».

INCREDIBILE FELIX – Ha deciso se gareggiare pochi minuti prima della gara e in questi giorni non ha potuto praticamente allenarsi. Ancora ieri le possibilità che potesse gareggiare e soprattutto essere competitivo erano piccole. Invece Felix Neureuther (vittima di un incidente stradale pochi giorni fa) è in corsa per il podio. «Non mi sento un eroe, ma piuttosto sono contento di essere riuscito a sciare bene, certo, considerando quello che è successo è un piccolo miracolo» ha detto il tedesco al parterre. «Sono contento per la manche, ora mi concentrerò e mi rilasserò più che pensare se posso vincere o no una medaglia».

FRANCESI – «Penso di avere sciato bene, ora siamo tutti vicini e dovrò dare il100% nella seconda manche. Devo mettere pressione nella mia testa, ma non troppo, altrimenti diventerà troppo difficile» ha detto Fanara. «Il primo posto è andato ma le medaglie no, la neve sarà più molle e dovrò fare il miglior tempo per arrivare sul podio» la dichiarazione di Steve Missillier.

BODE MILLER – «La neve è cambiata, la pista era veramente bella ma avevo un set-up per condizioni completamente differenti e me ne sono reso conto subito dopo quattro curve, ora cambierò qualcosa e vediamo come va la seconda».