Attenzione alla ticinese Beatrice Scalvedi

Dietro Lara Gut, ne abbiamo già parlato, c’è un’altra ticinese che scalpita per diventare in futuro protagonista in Coppa del Mondo, circuito in cui ha esordito lo scorso gennaio nella discesa di Altenmarkt-Zauchensee. Stiamo parlando di Beatrice “Bea” Scalvedi, classe ’95, nativa di Ghirone, alta valle di Blenio, Canton Ticino, appunto, Svizzera.

SQUADRA A – Cresciuta sulla collina di casa, a Campo Blenio, e poi nello Sci Club Greina di Campo Blenio, Beatrice ha mostrato tutto il suo talento in velocità nella scorsa stagione, vincendo la discesa libera di Davos in Coppa Europa, lo scorso 2 febbraio, davanti all’azzurra Anna Hofer, e poi conquistando la medaglia d’argento nella stessa disciplina ai Mondiali junior di Sochi il 27 febbraio, dietro la canadese Grenier e con Nicol Delago bronzo. In più ha chiuso al secondo posto la classifica di specialità in libera in Coppa Europa, garantendosi il posto fisso per la Coppa del Mondo 2016-2017. Inserita comunque in squadra B dalla Federazione svizzera, l’aspetto interessante, annunciato dalla stessa Scalvedi, reduce dalle vacanze, di recente sulla pagina Facebook, è che comunque comincerà ad allenarsi con il Gruppo Swiss Ski World Cup 1, a breve, in modo da lavorare con le migliori atlete della sua Nazione e fare esperienza. Tenetela d’occhio nella prossima annata…

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...