Walchhofer ha fatto segnare il miglior tempo nelle prove di Lenzerheide

Seconda giornata di prove a Lenzerheide per la discesa libera finale di Coppa del Mondo. Sulla pista intitolata a Silvano Beltrametti sono scesi in pista gli uomini per la prima sessione e le donne per la seconda, dato che già ieri avevano avuto modo di ‘saggiare’ neve e pendio. «Per la maggior parte degli atleti si trattava della prima assoluta su questa pista, così i primi a partire sono stati molto cauti, soprattutto all’attacco del muro, che è piuttosto impressionante per la pendenza. Quelli che sono partiti dopo hanno ricevuto informazioni dai tecnici in pista e sono riusciti ad affrontarla con più decisione, ma domani le cose dovrebbero cambiare». Sono le parole di Gianluca Rulfi, che ha commentato la prima giornata a Lenzerheide. Neve primaverile, anche se al mattino è risultata ben dura, unica incognita il tempo, con nubi in avvicinamento e previsioni di scarsa visibilità per domani. Davanti si è piazzato Michael Walchhofer, con 21 centesimi su Kalus Kroell e 26 sul nostro Innerhofer. Alle sue spalle Theaux, Cuche e i due emergenti Feuz e Puchner. Nono tempo per Fill, tredicesimo per Paris, diciassettesimo per Heel. «Comunque andremo meglio di Kvitfjell, questo lo posso assicurare» ha concluso, tra il serio e la battuta Gianluca Rulfi, che non sembra aver digerito troppo bene il risultato del week-end norvegese. Per quanto riguarda le donne si è confermata la più veloce Tina Maze, davanti a Julia Mancuso e alla nostra Daniela Merighetti. La bresciana cercherà proprio alle World Cup Finals l’attacco al podio che le è sfuggito durante la stagione. Quarto tempo per la campionessa mondiale Juniores, Lotte Sejersted, mentre le duellanti per la Coppa del Mondo Vonn e Riesch si sono ‘marcate’ per confondere le acque: la gara di domani potrebbe essere decisiva per determinare l’inerzia del resto della settimana. Quattordicesimo posto per Johanna Schnarf, ventesimo per Elena Fanchini. Domani si gareggia, meteo permettendo…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.