Aspen, il pagellone di Race

Gigante Aspen: 

Federica Brignone, voto 9: si conferma sul podio, mantiene il pettorale rosso di leader in specialità; certo, sbaglia nella seconda manche, ma scende sempre per vincere. Avanti così.

Manuela Moelgg, voto 8,5: con la spalla sinistra fuori posto, torna tra le prime quattro atlete in una gara di gigante dopo quasi 4 anni. Allora spezzare il tabù vittoria non è impossibile….

Nadia Fanchini, voto 5,5: è la prima, sospettiamo, a essere delusa dalla sua prestazione. Ma è un film già visto nelle ultime tre stagioni, salirà di colpi con il passare delle gare.

Elena Curtoni, voto 6,5: si conferma nelle 15, non è distante dal primo gruppo di merito, ma adesso alziamo l’asticella: la vogliamo come minimo nelle dieci. Come minimo.

Marta Bassino, voto 6: mezzo voto in meno, perché non si vedono grandi progressi tecnici rispetto allo scorso anno. Ma con tutti gli errori che fa, resta un talento straordinario. Il giorno in cui non sbaglia più linee, sale sul podio.

Sofia Goggia, voto 6,5: obiettivo centrato dopo due sole gare, partirà nelle 30 ad Aare. Adesso, però, come per Elena Curtoni, vogliamo di più: l’ingresso nelle dieci.

Francesca Marsaglia, voto 4,5: occasione enorme buttata al vento per un errore grottesco. Peccato, stava andando forte.

Karoline Pichler, voto 5: gara da dimenticare.

Slalom 1&2 Aspen: 

Chiara Costazza, voto 5: ok, sfortunatissima nel secondo slalom, quando si stava finalmente ritrovando. Male nel primo. Rimpianti enormi: tolte Shiffrin e altre 2-3 atlete, c’è spazio per entrare nelle cinque a ogni gara. Bisogna approfittarne meglio.

Manuela Moelgg, voto 5,5: mezzo voto in più perché ha l’alibi della spalla dolorante. Ma non possiamo certo accontentarci di un 23esimo posto.

Irene Curtoni, voto 5: avrebbe potuto tranquillamente portare a casa due piazzamenti nelle dieci e sarebbe stata come minimo da sette; le restano un 18° posto e un’uscita.

Nicole Agnelli, voto 5: vale anche per il gigante. In allenamento va fortissimo, quindi è solo una questione mentale, crediamo. Coraggio!

Federica Brignone, voto 5,5: anche per lei mezzo voto in più grazie alla qualificazione alla seconda manche nel primo slalom con pettorale n.64. Ma alla fine è rimasta senza punti lo stesso…

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...