Federica Brignone ©Pentaphoto

«La classifica? Le due slalomiste sono vicine, i posti sul podio sono tre, due li occuperanno loro, ce n’è ancora uno a disposizione». Federica Brignone quel posto lo mette nel mirino perché in slalom può succedere di tutto «io sto bene, sto sciando bene e metà del lavoro è stato fatto». Avanti tutta, l’azzurra è sesta dopo la discesa (accorciata) e mette nel mirino la medaglia per proseguire il grande momento azzurro. «Ho chance, ci provo a tutta». Wendy Holdener, la grande favorita per l’oro è appena lì davanti, quinta, mentre Petra Vlhova è ottava dopo una bella discesa. I distacchi? Sono racchiuse in tre decimi. «Sono soddisfatta della mia prova, ho messo insieme i pezzi, finalmente. La visibilità non mi ha dato problemi perché ieri in prova è andata peggio. In discesa ho attaccato e saltato bene». 

Il miglior tempo a metà gara è stato fatto segnare da Ramona Siebenhofer che ha chiuso in 1’12″71, 1/100 avanti alla slovena Ilka Stuhec e 6/100 alla norvegese Ragnhild Mowinckel. 

Lo slalom di questo pomeriggio (ore 16,15) non è così difficile, motivo per cui bisognerà fare attenzione anche alla norvegese, a Ricarda Haaser e perché no, forse anche a Ilka Stuhec. Undicesima Nicol Delago, 21a Marta Bassino. «Ho fatto del mio meglio, avrei per certo preferito la combinata con il superG».