Federica Brignone ©Pentaphoto

Di slalom, in questa stagione, ne ha fatto davvero poco. In estate perché si è fermata per l’infortunio alla gamba sinistra, dopo Garmisch perché i suoi piani sono stati stravolti ed è stata costretta a fare fisioterapia. Federica Brignone guarda oltre e punta dritto alla combinata alpina di domani. Poco slalom, eppure il miglior risultato in carriera, nella disciplina, è arrivato proprio in questa stagione. «Sono migliorata molto in questi ultimi due anni – spiega -. Il gesto mi viene più facile, certo che allenarsi è una cosa, partire in gara è un’altra». Semmering, Courchevel, poi nulla di fatto a Maribor. «Anche se avrei dovuto correre, ma dopo la caduta di Garmisch ho fatto altre scelte». Brignone ha già vinto in combinata, sciando belle manche in slalom, dopo essere rimasta incollata alle specialiste nella prova di velocità. «La differenza l’ho sempre fatta tra le porte strette». E, in quella che potrebbe essere l’ultima combinata alpina, l’azzurra ci vuole provare. Consapevole che Wendy Holdener e Ricarda Haaser sono pericolose in slalom e sono andate molto forte nella prova della discesa di oggi. E consapevole anche che Mikaela Shiffrin ha preferito andare in Norvegia ad allenarsi, piuttosto che gareggiare in combinata. «In slalom l’errore è sempre lì, bisogna aggredirlo, non si può partire al 90%».

Oltre a Federica Brignone, l’Italia schiererà anche Marta Bassino e Nicol Delago. «Sono contentissima di essere ai Mondiali, non parto solo per partecipare ma anche per ottenere un buon piazzamento – ha detto Nicol Delago -. Sarà fondamentale come sempre fare una bella discesa, qui ad Åre ho fatto due giorni di slalom, non mi sembra che il pendio sia difficile, potrei adattarmi bene». Anche Marta Bassino è pronta per la combinata: «Voglio affrontarla con grande concentrazione, sarà una gara particolarmente lunga per i tempi tra una manche e l’altra, però avrò tempo di fare un buon riscaldamento fra i pali stretti. Recentemente ho fatto poco slalom, cercherò di tirare fuori tutto ciò che ho dentro da slalomista».

In pista anche Nadia Fanchini. La bresciana ha però già annunciato che partirà solo in discesa, come ulteriore prova in vista della gara iridata. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.