A Kilde la centesima della Val Gardena. E Mattia Casse sale per la prima volta sul podio

Finalmente il sole per la centesima della Val Gardena. E finalmente anche l’Italia.
Dopo neve, nebbia, pioggia, arrivano le condizioni giuste per gareggiare sulla Saslong. Vince Aleksander Aamodt Kilde che conferma il suo feeling con la pista e la neve gardenese, facendo il vuoto dal Ciaslat in giù. Una tratto finale, quello del norvegese che ha tolto la soddisfazione della prima vittoria a Johan Clarey: a 41 anni suonati continua comunque a crederci sempre, secondo a 35 centesimi.
Ma finalmente Italia si diceva. Finalmente Mattia Casse. Non si è mai arreso, sapeva di avere nelle gambe la velocità, doveva solo mettere tutti i pezzi insieme: ce l’ha fatta oggi e in Val Gardena festeggia a 31 anni il primo podio in carriera in Coppa del Mondo.

Aleksander Aamodt Kilde ©Agence Zoom

Ma le storie di chi non si arrende non finiscono qui: quarto posto per Adrien Theaux che a 38 anni rientra da un infortunio e piano piano torna di nuovo nella posizioni di vertice. Quinto posto per il canadese James Crawford, poi ancora Francia con Cyprien Sarrazin, sesto con il pettorale 61, Marco Odermatt si deve accontentare del settimo tempo in coppia con lo statunitense Travis Ganong. A completare una top ten, salendo sopra il secondo di distacco, ancora USA con Jared Goldberg e ancora Norvegia con Adrian Smiseth Sejersted. Mancano gli austriaci, solo dodicesimi Striedinger e Mayer con lo stesso crono, manca ancora Dominik Paris, 42°. Commenta la sua gara con una mer*a, fa a tutti gli auguri di Natale e anche quelli di Capodanno, anche se prima del nuovo anno c’è ancora la sua Bormio. Nessun altro azzurro nei trenta a parte Casse: 36° Christof Innerhofer, 40° Matteo Marsaglia, 46° Guglielmo Bosca (con brutta caduta proprio all’arrivo), 50° Florian Schieder, 55° Nicolò Molteni, 57° Federico Simoni.

LA CLASSIFICA

Altre news

Grazie Razzo, è stato un lungo ed inimitabile viaggio

Oggi è arrivata la notizia ufficiale, da settimane nell'aria: Giuliano Razzoli ha detto basta. L'olimpionico del 2010 (suo due stagioni fa l'ultimo podio della squadra azzurra in slalom in Coppa del Mondo) lascia l'agonismo e noi vi riproponiamo l'editoriale di aprile...

Oreste Peccedi e l’idea della Stelvio di Bormio

Nel ricordo di Oreste Peccedi vi riproponiamo il racconto sulla nascita della Stelvio di Bormio, pubblicato sul numero 166 di Race Ski Magazine. Ci sono persone che quando parlano non finiresti mai di ascoltarle. Non servono tante domande, il loro...

Lo sci piange Oreste Peccedi

Lutto nel mondo dello sci alpino, è scomparso, a 84 anni, Oreste Peccedi ex allenatore della Valanga Azzurra, uno dei più importanti personaggi della storia dello sci alpino italiano. Peccedi, nato a Bormio nel 1939, cominciò a fare l’allenatore di...

Master istruttori, dopo l’orale i 12 accedono al corso: primo modulo teorico a luglio

Erano oltre 100 al gigante divisi in batterie sulle nevi di Livigno e poi l'altra selezione della prova degli archi sempre nella località dell'Alta Valtellina. Adesso l'ultimo atto con l'esame orale e la discussione della tesina a Milano nella...