Nuove regole per i pettorali in discesa, si decide al Congresso FIS di Cancun

Fervono i preparativi per l’importante congresso FIS di Cancun, in Messico, previsto dal 5 all’11 giugno 2016. Tantissimi gli argomenti che verranno discussi. Qui trovate tutto il programma.

CALENDARI – Intanto si parlerà del calendario relativo alla prossima stagione, 2016-2017, ancora da rifinire e con i Mondiali di St. Moritz a febbraio 2017 come momento clou. Devono ancora essere confermate le tappe di Squaw Valley (donne) e deve essere ‘mostrato’ il nuovo volto del weekend di Kitzbuehel per il Trofeo dell’Hahnenkamm. Verranno riviste anche le bozze fino al 2019 e dovrà essere confermata definitivamente la candidatura di Cortina per i Mondiali del 2021.

PROPOSTE – Ci saranno poi delle proposte da discutere, una su tutte quella che arriva direttamente dall’Austria, e che riguarda la nuova start-list per la discesa libera. L’idea è che i primi 10 atleti della World Cup Start List in downhill abbiano la facoltà di scegliere un pettorale dall’1 al 20 con l’ordine di scelta da ridisegnare ogni volta in base al risultato dell’ultima prova cronometrata. Idea che potrebbe essere applicata anche al superG, ovviamente in questo caso basandosi esclusivamente sulla WCSL, non essendoci training nella disciplina.

FIS – Di recente il presidente Gian Franco Kasper ha ribadito come sia necessario seguire gli sviluppi tecnologici moderni per attrarre un pubblico sempre più ampio attraverso i canali tradizionali e quelli emergenti. Inoltre ha aggiunto che la sicurezza degli atleti è il primo pensiero della Federazione. Ribadiamo un rumor: si parla di un ritorno all’antico raggio di curva a partire dalla stagione 2018-2019, dopo i Giochi di PyeongChang…

CANCUN – Altre proposte riguarderanno, pare, la possibilità di migliorare la promozione degli eventi di Coppa del Mondo e di proteggere nella miglior maniera possibile, anche economicamente, gli organizzatori delle singole tappe. Sui social network si potranno monitorare le decisioni prese a Cancun anche attraverso l’account twitter @fisalpine.

Altre news

Azzurri in Italia. Carca soddisfatto del lavoro: «In Sudamerica tanta diversificazione e multilateralità»

Chiusa la lunga trasferta sudamericana del settore maschile. Chi prima, chi dopo, gli azzurri hanno fatto ritorno in Italia quando manca ormai un mese all’avvio della stagione di Coppa del Mondo. «Il lavoro ad Ushuaia è andato decisamente bene...

Ski Industry Climate Summit organizzato da Atomic, un passo avanti verso un futuro più sostenibile per gli sport invernali

Organizzato da Atomic, Ski Industry Climate Summit a Salisburgo ha segnato una tappa significativa nell'impegno dell'industria dello sci nell’affrontare le sfide climatiche, riunendo le principali realtà del settore. «Sono lieto di aver avuto l'opportunità di partecipare allo Ski Industry...

Barbera: «Entusiasta del lavoro in Argentina e che vantaggio conoscere i senatori»

Corrado Barbera è davvero soddisfatto delle tre settimane abbondanti di allenamento in Terra del Fuoco. Appena rientrato in Italia il 2002 di Cuneo, che è approdato nel giro azzurro dopo l'esperienza con lo Ski College Limone e il team...

L’inverno alle porte e l’attesa che cresce, il brand movie di Rossignol

Otto storie, sette paesi, diversi stili, livelli ed età ma in comune l’amore per la montagna e per lo sci. Un video di un minuto per raccontare l’attesa dell’inverno, la diversità delle community di sciatori in tutto il mondo...