Thomas Lorenzo Bini, nuovamente sul podio del Topolino
Thomas Lorenzo Bini, nuovamente sul podio del Topolino ©Alice Russolo

Il 55° Trofeo Topolino Sci, che si è concluso oggi sulle piste della skiarea Alpe Cimbra Folgaria e Lavarone sotto una fitta nevicata, potrebbe aver tenuto a battesimo gli eredi di Tina Maze e di Kalle Palander, due campioni transitati qualche stagione attraverso questa prestigiosa competizione, visto che gli assoluti protagonisti della due giorni internazionale, che ha visto al via oltre 250 atleti under 16 in rappresentanza di 40 nazioni e di quattro continenti, sono risultati la slovena Neja Dvornik fra le allieve e il finlandese Jaakko Tapanainen fra i ragazzi. Entrambi hanno centrato una straordinaria doppietta, imponendosi sia nello slalom speciale andato in scena sulla pista Martinella Nord, sia nello slalom gigante disputato sulla pista Agonistica di Folgaria. Gara che per questioni di sicurezza è stata disputata su unica frazione. Le altre due vittorie della giornata conclusiva sono state appannaggio della lettone Germane Dzenifera, vincitrice dello slalom speciale ragazze (under 14), e del francese Tony Noraz, che si è aggiudicato lo slalom gigante allievi, disputato su unica manche a causa della fitta nevicata che ha interessato i tracciati di Folgaria. Nello slalom Ragazze perentorio il distacco che la lettone Germane Dzenifera ha inflitto alla seconda classificata, la svizzera Sarah Zoller (1”92 centesimi), mentre in terza piazza troviamo un’altra slovena, Anja Oplotnik. La prima italiana è la torinese Giulia Scarabosio, sesta al termine delle due manche, con Lea Rier, quindicesima.

TRIONFO ITALIANO – Il 55° Trofeo Topolino Sci per la quinta volta consecutiva e per la sedicesima complessiva va però all’Italia, che ha totalizzato il miglior score di squadra con 140 punti, davanti alla Slovenia con 121 e alla Francia con 115, mentre il medagliere vede trionfare la Slovenia con 5 allori (2 d’oro, 1 d’argento e 2 di bronzo), davanti alla Finlandia con due ori e all’Italia con 5 medaglie (1 d’oro, 2 d’argento e 2 di bronzo).
Altra giornata positiva, comunque, per i colori italiani, visto che l’alessandrino di Novi Ligure Lorenzo Thomas Bini e il genovese Marco Abbruzzese sono saliti sul secondo e terzo gradino del podio nello slalom speciale della categoria ragazzi (under 14), invertendosi le posizioni rispetto al risultato ottenuto in gigante il giorno prima. Dietro ai due azzurrini un altro italiano, ovvero il piemontese di Limone Edoardo Saracco, abbonato in questa edizione alla medaglia di legno, visto che anche nel gigante di venerdì aveva chiuso quarto.

GIGANTE ALLIEVI – Nel gigante Allievi il francese Tony Noraz ha saputo interpretare meglio di tutti le insidie non tanto del tracciato, quanto della neve fresca, stabilendo il miglior tempo e staccando di 25 centesimi lo svizzero Joel Lütolf, che a sua volta ha preceduto il suo connazionale Elias Ott. Decimo il sanremese Francesco Colombi, vincitore venerdì dello slalom speciale, causa un errore a metà del tracciato. Nel gigante Allieve, dietro a Neja Dvornik si è piazzata la svizzera Hilma Loevblom con un distacco di 1 secondo e 4 centesimi, mentre la medaglia di bronzo è andata al collo di Barbora Zikova a 1”54 dalla vincitrice. In questa gara la migliore azzurra è la genovese Chiara Cittone (19ª), quindi la gardenese Jamie-Le Pellizzari chiude 21ª.