La lunga lista degli infortunati: ko anche Giunti e Zuech. Si teme per Longo e Alario

Cambiano gli sci, i raggi, le lunghezze con l’intento di ridurre gli infortuni. Probabilmente però non è così. Dalla Coppa del Mondo, ai circuiti giovanili, senza dimenticare la Coppa Europa. Sono tantissimi gli atleti costretti a fermarsi ai box. Si parla di quasi trenta maschi e una ventina di donne che circolano in Coppa del Mondo, più tutti gli altri. Gambe e ginocchio sono i problemi maggiori, ma attenzione anche alla schiena. Sono aumentati i dolori e sono gli stessi atleti che lo hanno dichiarato più volte, a tutti i livelli. L’ultimo big che si è aggiunto alla lista è Ted Ligety, ma anche nel Gran Premio Italia il fenomeno non sembra tanto diverso.

GPIFederico Vietti si è rotto la tibia a Pila, stagione finita, Viola Zuccarini è già stata operata dopo la rottura del crociato a dicembre. E adesso la lista prosegue. A metà gennaio ha ceduto anche il legamento di Marco Giunti, già operato, poi l’infortunio a Pila, durante le prove veloci, di Dominik Zuech. Il forestale si è rotto il femore ed è stato operato ad Aosta. E poi gli ultimi due ieri, a Sestriere e Sarentino. Sulle nevi altoatesine, dove si sta svolgendo la Coppa Europa, il veneto Edoardo Longo è caduto. Diagnosi ancora incerta, anche se i suoi tecnici parlano di un nuovo crac al ginocchio, di nuovo il legamento. A Sestriere brutte notizie per Alessia Alario, già infortunata lo scorso anno. E’ caduta durante il Gran Premio Italia e dovrà sottoporsi ad ulteriori accertamenti clinici. La FISI AOC parla di un problema al piatto mediale del ginocchio destro.

Infortuni, è cambiato qualcosa? Proprio sul terzo numero stagionale della rivista è stata fatta una inchiesta su questo problema, tornato di grande attualità. Uno speciale di sei pagine da non perdere, con dati e grafici.

Altre news

Roberta Melesi lancia un bel segnale: «Ho tirato fuori quello che sto costruendo»

Dietro a Marta Bassino e Federica Brignone (ieri nona con alcune sequenze buone e altre da rivedere) c'è qualcosa che si muove. Ed è una bellissima notizia per il gigante azzurro e più in generale per tutto il movimento....

Divertimento e spensieratezza le parole d’ordine di Marta Bassino

Prima di Soelden, gli addetti ai lavori che hanno avuto modo di seguire le atlete in pista, parlavano di due atlete in grande forma: la svedese Sara Hector (ieri terza) e l'azzurra Marta Bassino. Ma poi quel gigante sul...

Kilde apre le danze della velocità con un successo a Lake Louise

La prima discesa della stagione è nel segno di Aleksander Aamodt Kilde. A Lake Louise il maltempo concede una tregua: visibilità spesso piatta, a volte con il sole, ma pista bella compatta. Il norvegese, con il pettorale 6, primo...

Killington: Bassino seconda dietro solo a Gut-Behrami. Nona Brignone, Melesi ottima 11a, primi punti per Colturi

È di Lara Gut-Behrami il primo gigante della stagione. L'elvetica ha vinto la prova di Killington - con partenza abbassata per il vento - con soli 7/100 sull'azzurra Marta Bassino che centra subito il podio, il ventiduesimo della sua...