Sandulli con Griot e Deville

Per l’inezia di un centesimo la statunitense Nina O’Brien fulmina Elena Sandulli. La romana delle Fiamme Gialle classe 2000 è seconda nel gigante Fis di Solda all’Ortles/Sulden am Ortler, gara registrata alla Fis come campionato italiano assoluto anche se la rassegna odierna non è valida come tricolore. «Un podio per guardare avanti con fiducia. L’esclusione dalla squadra azzurra la scorsa primavera? Non sono stata regolare come volevo, poi capisco i tagli a causa della pandemia effettuati dalla Fisi. Ma ora penso al presente e a questo risultato, sono sempre più sciolta e determinata. Avevo voglia di confrontarmi, di gareggiare. Mi sto allenando con efficacia con Cristian Deville e Roberto Griot, i risultati si vedono. Un grazie particolare al comitato organizzatore che ha messo in piedi questa rassegna. Domani e dopo si gareggia ancora, sempre rispettando i protocolli sanitari», ci dice Elena. Sul gradino più basso del podio c’è una Carlotta Saracco che dimostra di essere proprio in palla: la limonese dell’Esercito è terza a 42 centesimi della testa della classica dopo la seconda piazza di ieri.

CLASSIFICA SECONDO GIGANTE FEMMINILE SOLDA

Quarto posto per la tedesca Paulina Schlosser, quinto invece per la francese Clarissa Brieche. Ancora Germania al sesto posto, a dimostrazione che il primo atto del calendario italiano griffato sci club Livata è sempre un appuntamento davvero partecipato: ecco Lucy Margreier. Nelle prime dieci altre due italiane: settima Elisa Platino e a chiudere la top ten Sophie Mathiou della squadra C. Dodicesima Laura Rota del GB, quattordicesima l’azzurrina Annette Belfrond e quindicesima Elisa Schranzhofer appena davanti a Federica Lani della C. Domani e dopo in programma due slalom: il primo NC.