Non molla Pietro Franceschetti, anzi rilancia. Trentino di Bolbeno, classe 1993 ed ex azzurro, è uno dei capisaldi della truppa degli #InossidabiliSenior. Duro a morire come tutti i Senior che hanno ancora il fuoco dentro, quella voglia indomabile di lasciare ancora il segno. Il trentino, dopo l’esperienza in squadra nazionale e quella con le Fiamme Oro, difende questa stagione i colori dello Sporting Campiglio. Lo segue un tecnico navigato come Guido Paci, anche se nella trasferta canadese è stato accompagnato da Michele Cortella. In Canada sulle nevi di Panorama Franceschetti ha disputato a dicembre sette gare. Per il circuito Nor-Am, la Coppa nordamericana, ha chiuso tredicesimo e ventitreesimo in gigante, diciannovesimo e settimo in slalom. Nelle FIS invece undicesimo e settimo in gigante, out fra le porte strette.

OBIETTIVI – Ma ecco Pietro cosa ci dice: «Buone gare in gigante; in slalom ho avuto modo di migliorare ancora. La trasferta è stata positiva senza dubbio. Dopo le Nor-Am e le FIS in Canada, ora è tempo di Gran Premio Italia. Fra Gressoney e La Thuile mi rimetto in gioco in Italia con un unico obiettivo. Prima però giorni importanti di allenamento. Devo trovare spazio per partecipare ai prossimi appuntamenti in Coppa Europa. E si, la Coppa Europa è il mio obiettivo. Sto crescendo, ho fiducia e voglia di far bene».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.