Franceschetti a tutta: dal Canada al Gran Premio Italia

Non molla Pietro Franceschetti, anzi rilancia. Trentino di Bolbeno, classe 1993 ed ex azzurro, è uno dei capisaldi della truppa degli #InossidabiliSenior. Duro a morire come tutti i Senior che hanno ancora il fuoco dentro, quella voglia indomabile di lasciare ancora il segno. Il trentino, dopo l’esperienza in squadra nazionale e quella con le Fiamme Oro, difende questa stagione i colori dello Sporting Campiglio. Lo segue un tecnico navigato come Guido Paci, anche se nella trasferta canadese è stato accompagnato da Michele Cortella. In Canada sulle nevi di Panorama Franceschetti ha disputato a dicembre sette gare. Per il circuito Nor-Am, la Coppa nordamericana, ha chiuso tredicesimo e ventitreesimo in gigante, diciannovesimo e settimo in slalom. Nelle FIS invece undicesimo e settimo in gigante, out fra le porte strette.

OBIETTIVI – Ma ecco Pietro cosa ci dice: «Buone gare in gigante; in slalom ho avuto modo di migliorare ancora. La trasferta è stata positiva senza dubbio. Dopo le Nor-Am e le FIS in Canada, ora è tempo di Gran Premio Italia. Fra Gressoney e La Thuile mi rimetto in gioco in Italia con un unico obiettivo. Prima però giorni importanti di allenamento. Devo trovare spazio per partecipare ai prossimi appuntamenti in Coppa Europa. E si, la Coppa Europa è il mio obiettivo. Sto crescendo, ho fiducia e voglia di far bene».

Altre news

Ecco i 18 nuovi istruttori nazionali. C’è anche Nadia Fanchini

A Livigno, dopo 25 giorni di corso totali e in seguito ad un anno dall'esame di selezione, si sono svolti gli esami finali per i nuovi pretendenti istruttori nazionali di sci alpino. Sono 18 e fra questi c'è anche...

Gardena, successo per il Fis Speed Camp

Successo per il secondo Speed Camp in Val Gardena organizzato nella ski area Plan De Gralba sulla pista Piz Sella dal Saslong Classic Club, la realtà presieduta da Rainer Senoner che organizza la Coppa del Mondo maschile di velocità...

Lancia Torino, Croce: «Dopo Gulli, Cecere in azzurro. Nella categoria Giovani i risultati che contano»

In punta di piedi, senza strafare, senza dominare le circoscrizioni. Ma con metodo, quello della chiarezza delle priorità, quello dello step by step, quello del non fare proclami di guerra. E soprattutto il metodo dei fatti. Ecco lo Sci...

Il Tar dà ragione a Roda sulle elezioni: «Riconosciuto che operiamo nella piena legittimità»

Il Tar del Lazio, con sentenza n. 7101/2024, ha rigettato i ricorsi presentati da Stefano Maldifassi avverso la candidatura di Flavio Roda e gli esiti della assemblea che lo ha rieletto Presidente nel 2022. Il TAR ha giudicato i...