Avremmo dovuto e voluto essere tutti a Bolzano, a Prowinter, per l’ormai tradizionale premiazione Energiapura Children Series. Invece la stagione si è bloccata di colpo, congelata come i giovani sciatori in una giornata buia di metà dicembre. Un mese di marzo praticamente senza gare, il mese più importante, quello che ripaga dei sacrifici, delle sveglie all’alba e delle sessioni di allenamento massacranti per provare a scalare le classifiche e, magari, a strappare una medaglia ai Campionati Italiani. Una stagione invece chiusa a metà, con i muscoli ancora pieni di energie e con l’adrenalina scomparsa da un giorno all’altro. E con sole tre gare del circuito Energiapura Children Series che sono state portate a termine: troppo poche per poter far finta di nulla, anche se la festa e gli ospiti – per la quattordicesima edizione di Energiapura Children Series – erano già pronti ad applaudire le vostre prestazioni. 

Non volevamo però spazzare via questa edizione con una semplice cancellazione. E così abbiamo ragionato su una via di mezzo per riconoscere comunque il lavoro di club, tecnici e atleti portato avanti sin dalla scorsa estate. Abbiamo scelto di prendere il gigante del Memorial Fosson, il gigante e lo slalom dell’Alpe Cimbra e di stilare una classifica senza alcuno scarto. Per quest’anno la tuta non viene assegnata, ma i primi tre atleti delle categorie Ragazzi e Allievi, femminile e maschile, saranno comunque premiati con la nuova mascherina Pure Air (studiata in queste settimane per far fronte all’emergenza Covid-19) e una t-shirt con il motto Energiapura “Ready to back”. «Avevamo pensato a una festa con tante novità, lanciando anche un messaggio che strizzava l’occhio all’ecologia – dicono gli uomini di Energiapura -, ma noi non molliamo, aspettiamo e siamo pronti a tornare. Stiamo preparando la ripartenza». 

Ovviamente non ci sarà nessuna festa per quest’anno, il premio vi verrà recapitato a casa nei prossimi giorni da Energiapura.