Atz e Rabanser: ecco i giganti di Solda

Solda Live – All’evento Orsello&Ovindoli in evidenza anche Beretta e Zuech

Non si molla mica ragazzi, anche se aprile sta per volgere al termine. E allora i club abruzzesi Orsello e Ovindoli hanno messo in piedi una due giorni ricca di gare sulle nevi altoatesine di Solda all’Ortles. In questo angolo di Val Venosta nel territorio comunale di Stelvio, oggi quattro giganti del circuito FIS Cittadini, due maschili e due femminili. Tempo splendido, temperatura ancora da fine inverno e uno scenario da cartolina con Ortles e Gran Zebrù a far da prim’attori. Pista da slittoni, da scorrevoli la Drei, ed oltre cento ragazzi al via. Tanta roba.

PRIMA GARA, BERETTA SUL PODIO E QUARTO  RONCI – Nel primo gigante ad imporsi è stato il portacolori del Comitato Alto Adige Christoph Atz, che ha preceduto Alexander Rabanser, Senior altoatesino in forza allo Scilliar e distanziato di 15 centesimi. Sul gradino più basso del podio Carlo Beretta, Esercito, a 54. Al via c’era anche l’azzurro Giordano Ronci quarto a 69, con quinto l’atleta dell’Esercito Federico Poncet. Sesto Pierfrancesco Monaci del Goggi, settimo lo svizzero Luca Lubasch, poi Dominik Zuech dell’Alto Adige e nono Nicola Rota ancora del Goggi. A chiudere la top ten lo svizzero Bruno Steiner.

IL SECONDO GIGANTE CON RABANSER PADRONE – Nel secondo gigante ecco imporsi Alexander Rabanser, che ha staccato di 1.42 Dominik Zuech. Terzo Christoph Atz. Quarta piazza per l’inglese Max Baggio, quinto Bruno Steiner, poi ancora GBR con Paul Henderson, quindi lo sloveno Jan Kavcic, Piergiorgio Mizzoni del Monti Ernici, Francesco Sorio del Val Palot e decimo l’altoatesino Martin Schmuck.

GUARDA LA FOTOGALLERY SOPRA

Altre news

Goggia senza limiti: «Volevo la doppietta, ci sono riuscita»

Non bastava vincere. Sofia Goggia vuole la perfezione. Lo aveva promesso ed eccola oggi ancora in trionfo sulla Men's Olymouc - East Summit di Lake Louise. «Si può fare meglio», diceva ieri. Eccola, aveva ragione. Domina ancora in Canada...

Missile Goggia colpisce sempre: doppio trionfo a Lake Louise

Che andare. Diciannove vittorie in Coppa del Mondo (14 in discesa) e oggi doppietta stagionale sulla Men's Olympic /East Summit di Lake Louise (5 vittorie sul pendio canadese). Sofia Goggia fa paura. Non viene fermata dal vento che soffia...

E’ Kilde l’uccello predatore: battuto ancora Odermatt. Marsaglia 16°

Birds of Prey, nome della pista di Coppa del Mondo di Beaver Creek, significa uccelli da preda. Ed è il norvegese Aleksander Aamodt Kilde l'uccello predatore sulle nevi del Colorado., che porta a quindici i successi nella massima serie...

Gardena, semaforo verde per la 55a Coppa del Mondo

La Coppa del mondo di sci sulla Saslong si aprirà, come da tradizione, venerdì 16 dicembre con il superG. Sabato 17 dicembre, invece, si svolgerà la classica discesa, che sarà la 100a gara di Coppa del mondo in Val...