Hirscher padrone sulla Levi Black. Grande podio di Moelgg

Nel primo slalom della stagione, orfano di Kristoffersen, Manfred Moelgg conquista un podio eccezionale

0
Marcel Hirscher ©Zoom Agence

L’austriaco Marcel Hirscher vince il primo slalom della stagione 2017, che come è tradizione si svolge a Levi, Lapponia finlandese. Alla faccia dell’otite e della febbre: grande, grandissimo come sempre. Orfano del norvegese Henrik Kristoffersen, non convocato dalla federazione per problemi legati a delle sponsorizzazioni, l’austriaco, secondo nel gigante di Soelden e in testa sulla Levi Black dopo la prima frazione, conquista la vittoria numero quaranta in Coppa del Mondo. Tanta roba davvero, per il salisburghese classe ’89, cinque trionfi in Coppa del Mondo generale. Hirscher, su un pendio barrato ma non ghiacciatissimo che ha visto la seconda sessione tracciata dal nostro Stefano Costazza, ha anticipato il connazionale Michael Matt di addirittura 1.30. Padrone assoluto insomma. E’ deragliato invece l’austriaco Marco Schwarz, secondo dopo il primo round.

FANTASTICO MOELGG – Dopo il quinto posto della prima manche, Manfred Moelgg avanza e chiude ottimo terzo. Non molla mai il marebbano: conquista sulle nevi finlandesi il suo diciottesimo podio in Coppa del Mondo, quattordicesimo in slalom (e ricordiamo le tre medaglie iridate e una Coppa del Mondo di slalom). Il ladino, trentaquattro anni, ha sciato con la fluidità che lo ha sempre contraddistinto nei tempi migliori. Classe affiancata a determinazione da vendere: la giusta miscela che fa di questo ragazzo un campione. In estate stava andando forte negli allenamenti, ma nell’ultimo periodo in Argentina ha avuto delle complicazioni dopo una caduta. Ora sta benone, ha recuperato, ed eccolo tornato a primeggiare. Applausi a scena aperta davvero.

Manfred Moelgg ©Agence Zoom
Manfred Moelgg ©Agence Zoom

BENE RYDING, RIMONTA FELLER In classifica poi ecco al quarto posto per il tedesco Felix Neureuther, davanti all’austriaco Manuel Feller protagonsista di un recupero di una decina di posizioni. Poi sesti con lo stesso tempo l’ottimo inglese Dave Ryding e lo svedese Matthias Hargin. Ottavo lo svizzero Luca Aerni con il medesimo tempo del tedesco Fritz Dopfer. A chiudere la top ten il norvegese Jonathan Nordbotten.

Dave Ryding ©Agence Zoom
Dave Ryding ©Agence Zoom

THALER VENTUNESIMO E BALLERIN VENTICINQUESIMO – Patrick Thaler, ottimo undicesimo dopo la prima frazione visto il recupero lampo dal recente infortunio, retrocede al ventunesimo posto. Ma oggi essere a punti per il ‘nonno di Sarntal’ è già un mezzo miracolo. Ha passato la settimana a Fontanellato nel centro di fisioterapia di Luca Caselli ed ha raggiunto solo venerdì la Finlandia. Andrea Ballerin, ventunesimo dopo la prima manche, chiude venticinquesimo, seconda qualifica nella massima serie in questa disciplina e con lo stesso risultato. Riccardo Tonetti, Giuliano Razzoli e Tommaso Sala non si erano qualificati. Out invece Stefano Gross, sempre nella prima frazione.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.