Vince Hirscher, ma la sorpresa e' Luitz

0
820

Nel gigante in Val d'Isere bene Blardone quinto e Nani decimo

Spettacolo in Val d’Isere, anche per il gigante, dopo lo slalom in notturna che ha ‘consacrato’ Pinturault con Deville settimo.

STRANO, LIGETY NON VINCE –  La prima notizia è che ‘sua maestà’ Ted Ligety non vince dominando, ma chiude al terzo posto. Dopo la doppietta Soelden-Beaver Creek, lo statunitense ‘torna sulla terra’.

PINTURAULT FA PAURA –  La seconda è che il francese Alexis Pinturault, dopo la vittoria dello slalom, butta via un secondo o addirittura la doppietta: si inclina nel finale e getta all’aria un’altra grande gara. D’altronde ha attaccato a tutta, rischiando al massimo. Vince allora l’austriaco Marcel Hirscher, tredicesimo centro in Coppa del Mondo, che dopo l’uscita di Pinturault controlla e va a trionfare.

INCREDIBILE LUITZ –  La terza è il fantastico secondo posto del tedesco Stefan Luitz, che dopo il venticinquesimo della prima, stacca di gran lunga il miglior tempo di manche. Partito con il 35, il ventenne tedesco è davvero eccezionale fra le ‘maglie strette’ della Val d’Isere, fra questi angoli che esigono oltre ad un elevato bagaglio tecnico, anche tanta cattiveria agonistica.

GO ‘ROBI’ GO –  E poi c’è la quarta notizia, che per noi forse è la prima: Roberto Nani risale dalla ventinovesima alla decima posizione. Il livignasco conquista in Francia il miglior risultato della sua carriera in Coppa del Mondo: si trova a proprio agio il valtellinese in un tracciato così particolare e nella seconda frazione stacca il secondo tempo.

QUINTO BLARDONE – Quarto un’altra sopresa di giornata, il tedesco Felix Neureuther, quinto invece un Massilmiliano Blardone che convince sempre di più: occhio per domenica prossima in Alta Badia. Guadagna tre posizoni l’ossolano, la brillantezza c’è, ma oggi per fare il podio serviva un’altra marcia. A seguire il norvegese Aksel Lund Svindal che guadagna alcune posizioni. Con Nani decimo, c’è poi Manfred Moelgg tredicesimo, Florian Eisath invece è ventesimo. Davide Simoncelli non si era qualificato per un errore grossolano nella prima. Nemmeno Luca De Aliprandini e Cristian Deville avevano raggiunto la qualificazione. Il Circo bianco adesso farà tappa in italia: primo appuntamento venerdì con il superG in Val Gardena.
 

Articolo precedenteRavetto fa il bilancio del week-end francese
Articolo successivoSquisitamente gigante
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...