Val d'Isere: il Mapley che non t'aspetti

0
544

Discesa Coppa Europa, Varettoni decimo. I convocati per Arber

Dopo il numero trenta si alza il vento e la pista si velocizza: così la discesa di Coppa Europa di Val d’Isere vede primeggiare lo statunitense Wiley Maple.

SORPRESA MAPLE – Mai una volta nei dieci in coppa Europa in discesa e mai nei trenta in Coppa del Mondo, ma sulla O.K. il jet ‘a stelle e strisce’ fa la gara della vita. Sul podio ci finiscono anche lo svizzero Ralph Weber distanziato di 12 centesimi e a 16 l’austriaco Frederic Berthold. A seguire lo svizzero Nils Mani, il canadese Morgan Pridy e l’austriaco Manuel Kramer. Decimo il forestale Silvano Varettoni e diciannovesimo Paolo Pangrazzi.

LA PAROLA A SERRA – ‘Capitan Futuro’ si mangia le mani: «Pangrazzi stava facendo una grande gara ma poi ha sbagliato una curva. Ha fatto un errore grossolano, deve essere più concentrato. Varettoni era intorno alla quinta posizione, poi con il velocizzarsi della psita è retrocesso in decima piazza, ma comunque non male. I giovani? Fanno troppa fatica un pò su tutti i tipi di terreni». Intanto trentesimo il forestale Michele Cortella, Luca De Aliprandini trentanovesimo che ha provato la pista per il superG di domani, quindi quarantesimo Giulio Bosca. Cinquantaquattresimo Henry, Battilani, cinquantaseiesimo Andrea Ravelli e settantaquattresimo Aaron Hofer. Domani sulle nevi francesi di Val d’Isere tempo di superG.

I CONVOCATI PER ARBER – Sabato e domenica gigante e slalom in Germania a Arber. Al via Luca De Aliprandini, Riccardo Tonetti, Giordano Ronci, Florian Eisath, Andrea Ballerin, Giulo Bosca, Alex Zingerle, Stefano Baruffaldi, Adam Peraudo, Emanuele Buzzi, Fabian Bacher, Alex Hofer.

Articolo precedenteKitz, traumi e polemiche
Articolo successivoMarsaglia: 'Punto tutto sul superG'
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...