Vail 2015, prova a Roger. Gli azzurri studiano le linee

0

Seconda prova sulla Birds of Prey: domani la libera iridata

Seconda ed ultima prova sulla Birds of Prey in vista della discesa di domani. Miglior tempo per il francese Brice Roger, dodicesimo ieri in superG, che ha preceduto di 21 centesimi il norvegese Kjetil Jansrud, ‘legno’ ieri, e un altro francese a 29, Guillermo Fayed. A 41 l’ottimo americano Andrew Weibrecht e a 48 e 49 centesimi la coppia austriaca Max Franz e Georg Streitberger. A seguire Steven Nyman, Beat Feuz, David Possion e Adrien Theaux a chiudere i ‘top ten’. Undicesimo Aksel Lund Svindal.

AZZURRI DISCRETI E ALLO STUDIO DELLE LINEE MIGLIORI  – Primo italiano è Werner Heel sedicesimo a 1.22, davanti a Christof Innerhofer a 1.26 e Dominik Paris a 1.27. Attaccati agli italiani ecco gli austriaci Hannes Reichelt e Matthias Mayer. Matteo Marsaglia a 2.35. Una prova discreta per gli azzurri, anche perchè nessuno di loro ha scelto di tirare ‘a tutta’ ed hanno preso ancora le misure e studiato le migliori linee della Birds of Prey. Domani la gara, la discesa dei Mondiali di Vail/Beaver Creek. Gli azzurri sicuramente attaccheranno cercando di dimostrare che non sono certo quelli poco brillanti del superG. Fra l’altro domani danno abbassamento delle temperature e neve più dura. Per la felicità dei nostri insomma.