Vail 2015, Brignone: 'Giochero' tutte le mie carte'

0

Voci azzurre prima del gigante. Bassino: «Mi sento tranquilla, amo sciare»

Tempo di rifinitura per le gigantiste azzurre, che domani, giovedì 12 febbraio, scenderanno in pista sulla ‘Birds of Prey’ di Beaver Creek e andranno a caccia di quella medaglia che ancora manca all’Italia ai Mondiali di Vail (non solo 2015…). Ecco le loro dichiarazioni alla vigilia, grazie alla FISI: 

FEDERICA BRIGNONE – «Sono qui ovviamente per dare il massimo, sia in gigante che in slalom. Mi sono preparata al meglio e giocherò tutte le mie carte. Non sarà facile, perché le avversarie sono forti. Non credo sia il caso di stare a guardare il tipo di neve. Dobbiamo spingere, dare il massimo e poi vedere che risultato arriva». 

NADIA FANCHINI – «Tengo moltissimo al gigante e il risultato della discesa mi ha dato fiducia. Quest’anno sono cresicuta proprio in questa disciplina e parto con l’intenzione di fare cose importanti». 

MANUELA MOELGG – «Al Mondiale contano solo i primi tre posti, non c’è niente da perdere. Quindi, la filosofia deve essere una sola: andare a tutta dalla prima all’ultima porta senza mollare mai». 

MARTA BASSINO (esordiente e iridat jr. in carica della disciplina) –  «in America tutto è molto tranquillo, non sento particolarmente tensione o emozione per un debutto mondiale. Mi piace sciare e mi piace farlo su tutti i tipi di neve. Sicuramente in gara darò tutto quello di cui sono capace». 

 

Articolo precedenteVail 2015, ginocchio ko per Veronique Hronek
Articolo successivoGuglielmo Bosca torna a vincere: suo il SuperG GPI
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine