Vaccari: ‘Non mi aspettavo la convocazione’

Il friulano in squadra C punta alla top 30 in Coppa Europa

0

Una squadra C piccola, ristretta, diretta dal riconfermato Ivan Nicco. Un gruppo di lavoro su cui si può impostare un programma mirato alle discipline tecniche dato che tutti i velocisti sono saliti in squadra B. Tra gli azzurrini ha trovato spazio anche Hans Vaccari, friulano che fino all’ultimo nessuno metteva tra i ‘papabili’. Il suo nome è uscito dalla Commissione Giovani e il prossimo anno lavorerà con Davide Da Villa, Alex Hofer, Federico Liberatore (a medaglia in superG), Giovanni Pasini e Hannes Zingerle. Non sono invece presenti atleti del 1997 e 1998. Forse ci sarebbe stato spazio anche per qualche nuovo nome? Per un progetto più ampio?

SLALOMISTA – Hans Vaccari è slalomista puro. Ha 18 punti ed è 248° al mondo ed è il 23° italiano nelle FIS List. Nel GPI Italia Giovani ha concluso al secondo posto la ‘standing’ di specialità; dodicesimo invece nella generale. Durante l’inverno ha svolto gran parte degli allenamenti con la Forestale e non si è granché preoccupato della squadra nazionale. «Ho lavorato tanto con il gruppo sportivo – dice il friulano -. Fino alle ultime gare non ho pensato all’azzurro. Dopo gli ultimi risultati invece ho iniziato ad analizzare la situazione e a sperare in una convocazione».

LA SORPRESA – Vaccari non si aspettava la convocazione, «anche perché non avendo vinto nessuna classifica e facendo solo slalom era dura». Tutto si è concretizzato durante la Commissione Giovani. Nessun rumors, nessuna indiscrezione. Solo poche ore prima dell’ufficializzazione delle squadre è iniziato a circolare il nome del friulano. «Davvero, non sapevo nulla».

OBIETTIVI – Ora si inizia a lavorare per la prossima stagione. «Non mi sono posto obiettivi particolari – prosegue -. Certamente voglio cercare di abbassare ulteriormente i punti in slalom e provare a entrare nei top 30 in Coppa Europa».