Ushuaia, i gigantisti azzurri vanno forte

0
127

Matteo Guadagnini: "Mai visto così brillante Max Blardone in Argentina"

Oggi gli azzurri ci riprovano. Ieri i gruppi Coppa del Mondo sono stati fermi ai ‘box’ per una bufera di neve che si è abbattuta sulla estremità meridionale della Patagonia. Così un giorno di riposo forzato, mentre Giuliano Razzoli oggi volerà in Italia per ulteriori accertamenti dopo la frattura al polso sinistro. Intanto i gruppi di lavoro si stanno allenando in perfette condizioni. “Fino ad oggi non c’è stato nessun problema, forse dopo la nevicata vedremo se sarà necessario barrare una pista”, fa sapere il tecnico dei gigantisti Matteo Guadagnini, il responsabile del primo team che si cimenterà in Coppa del Mondo nel tradizionale appuntamento dell’opening di fine ottobre a Soelden. I ragazzi stanno bene. “Si alternano tutti con i migliori tempi, non posso lamentarmi certo del rendimento qui in Argentina. Stiamo lavorando su tutti i tipi di tracciato, cercando di ricalcare le situazioni che troveremo in Coppa del Mondo. Per questo motivo alterniamo molto i tracciati, i tipi di neve, le pendenze, stiamo facendo un lavoro di base a 360°”. Se Alexander Ploner è rimasto ad allenarsi sui ghiacciai alpini, Guadagnini è a Ushuaia con Davide Simoncelli, Alberto Schieppati, Massimiliano Blardone, Michael Gufler e Manfred Moelgg che si divide fra slalom e ‘porte larghe’. “Sono contento di tutti, e devo dire che non ho mai visto Blardone sciare così bene nel periodo in Argentina”. Se il buon giorno si vede dal mattino..