Ushuaia, due giorni di slalom tra pioggia e neve per le polivalenti

Condizioni meteo finora non semplici per le polivalenti in Argentina, ma non è una novità: pioggia, neve e sole si alternano spesso. Brignone, Marsaglia, Fanchini e Curtoni si sono allenate due giorni in slalom

0
Francesca Marsaglia e Nadia Fanchini nell'inverno di Ushuaia (pag. FB ufficiale Fanchini)

Condizioni non semplici per le prime polivalenti sbarcate a Ushuaia, nulla di nuovo in realtà per il clima di quelle zone ben noto ai nostri sciatori e relativi staff: neve, sole, pioggia si alternano frequentemente.

SLALOM – Due giorni di lavoro, in slalom, finora, per Federica Brignone, Francesca Marsaglia, Nadia Fanchini ed Elena Curtoni, partite sabato da Roma 27 alla volta della Patagonia e sbarcate il giorno dopo in Argentina. Le previsioni non sono bellissime fino a venerdì, ma potrebbe esserci un aspetto positivo: la neve non è tanta attualmente a Ushuaia e qualche nevicata è persino necessaria, soprattutto per chi vuole lavorare fino a fine mese.

FINE SETTIMANA – Sabato 3 settembre si uniranno alla compagnia le altre polivalenti, Marta Bassino e Sofia Goggia, con le velociste Nicol Delago, Elena Fanchini, Verena Gasslitter, Johanna Schnarf (che resteranno in Argentina fino al 27 settembre) più Laura Pirovano. Niente Argentina, come inizialmente ipotizzato, per le giovani Asja Zenere e Nadia Delago. Verena Stuffer continua invece il suo recupero dopo l’infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Ultimo controllo, decisivo, a fine settembre per l’atleta di Santa Cristina, Val Gardena. In caso di esito positivo, la simpatica altoatesina rimetterà gli sci ai primi di ottobre con la squadra, probabilmente in tempo (ma aspettiamo notizie certe) per partecipare alla trasferta nordamericana.