Un grande numero di Race per chiudere la stagione

3
1776

In edicola e in consegna in questi giorni per gli abbonati il 120 di aprile

Come da tradizione spetta all’ultimo numero di Race ski magazine chiudere la stagione agonistica. Proprio in questi giorni, infatti, è in distribuzione nelle migliori edicole in tutta Italia e in consegna agli abbonati il numero 120 (aprile 2012, 128 pagine) con la sua bella copertina verde che ritrae in azione il giovane forestale Emanuele Buzzi, in una foto scattata da Ralf Brunel. Il titolo, non a caso, è ‘Junior power’ dato che la maggior parte dei servizi sono dedicati alle rassegne tricolori giovanili.

Apertura, d’obbligo, con la prima intervista ufficiale da presidente della FISI di Flavio Roda, rilasciata al nostro Gabriele Pezzaglia, con tutto il racconto dell’Assemblea Federale di Modena dello scorso 31 marzo.
Per quanto riguarda la Coppa del Mondo, il servizio ‘That’s all folks’ racconta tutti i retroscena del gran finale di Schladming che ha sancito il trionfo di Marcel Hirscher e Lindsey Vonn: foto esclusive, commenti tecnici, curiosità.
L’atleta del mese, intervistata da Claudio Primavesi, è Marlies Schild, ma in questa uscita particolarmente ‘rosa’ potrete leggere anche le interviste a Nadia Fanchini (che ci racconta come è uscita dall’incubo dei continui infortuni) e alla sorprendente Enrica Cipriani che si è distinta in Coppa Europa.

Passando ai grandi reportage, potete trovare lo stesso format giornalistico ripetuto su una serie di manifestazioni di spicco: 10 pagine di foto bellissime, interviste e box di commento rigorosamente realizzati dai nostri inviati sulle piste di gare. Abbiamo seguito in questo modo le finali di Coppa Europa in Valle d’Aosta, i Mondiali Juniores a Roccaraso, gli Italiani Assoluti sempre a Roccaraso, gli Italiani Giovani all’Alpe Cernmis e Pampeago, gli Italiani Aspiranti a Bardonecchia e i tricolori Children a Tarvisio. Non mancano, naturalmente, informazioni e classifiche del Topolino, Pinocchio e Gran Premio Giovanissimi.

La sezione sci club si apre con la classifica completa del VI Energiapura Children Series (dal primo al trentesimo posto di tutte le categorie), quindi una serie di interessanti servizi sulla vita di club: on the road con lo sci club La Thuile Rutor, la storia della rinascita dello storico sci club Melezet, l’intervista a ‘Geppo’ Butelli, dt dell’Aosta e numerosi altri.

Non mancano naturalmente i servizi sulle finali di Coppa Italia Master, sulla Ski Race Cup, sulle gare del Rewoolution Raid e del Vist Ranking: quest’ultima graduatoria, ideata dalla nostra rivista, sarà ufficializzata a breve. Sulla rivista potrete leggere i reportage di Gardenissima e Lussarissimo.

Correte in edicola, dunque, Race ski magazine va a ruba e ci mette pochissimo a scomparire dagli scaffali. Ci fosse qualche difficoltà a reperire le copie, non esitate ad inviare una mail a ordini@mulatero.it segnalando le edicole che avete trovato sguarnite.
Buona lettura!

Articolo precedenteTempo di test per Nadia Fanchini
Articolo successivoIl bilancio di Fabrizio Martin
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

3 COMMENTI

  1. Mi associo a Zano, spesso è molto difficile per non dire impossibile riuscire a leggere tutto l'articolo per la dimensione ed il tipo dei caratteri nonché per il colore sfondo/carattere.
    Esempio:gennaio-febbraio 2012 n. 118 pag. 61 la parte con sfondo grigio chiaro è impossibile da leggere come pure nello stesso numero la pagina 89 (carattere troppo piccolo)

  2. Readazione buongiorno
    … con la presente volevo acora segnalarvi quanto è difficile e FATICOSO leggere i vs articoli scritti con carattere bianco su fondo colorato ( soprattutto grigio) o con carattere azzurro chiaro o verde chiaro. Ho fatto leggere a diversi amici e chiesto il loro parere … tutti non sono riusciti ad arrvare alla fine degli articoli … senso di nausea e dopo alcuni minuti problemi di vista. Credo che un carattere std nero su fondo bianco, forse è meno attraente ma sicuramente più leggibile e salutare.