Ufficiale: Jacques Theolier responsabile dello slalom

4
280

Il tecnico francese ha raggiunto l'accordo con la Fisi

La conferma ci è giunta direttamente dalla Francia questa mattina: Jacques Theolier è il nuovo responsabile della squadra di slalom azzurra e prenderà il posto di Max Carca, che si occuperà di seguire i polivalenti Fill, Innerhofer e Moelgg. Il tecnico di Modane, tra i più stimati del circuito internazionale, era già stato ‘corteggiato’ la scorsa estate da Ravetto, ma aveva deciso di attendere ancora una stagione per ‘emigrare’, visto l’importante evento dei Mondiali in terra francese. «Lavoravo da quindici anni con la nazionale francese – ci ha spiegato Jacques nel suo ottimo italiano – e ritenevo fosse opportuno trovare nuove sfide. Ne ho parlato con i ragazzi, erano dispiaciuti, ma hanno detto che se ritenevo che fosse la scelta migliore per me, loro sarebbero stati felici». Lascia una squadra fortissima, con Grange che ha vinto la coppetta di specialità, Lizeroux che si è piazzato in terza posizione, portando a casa anche l’argento mondiale. Parte del merito è senz’altro suo. «Conosco molto bene gli atleti italiani – ha aggiunto – e sono tutti molto bravi. Credo però che potremmo lavorare sul gesto tecnico per portare qualche piccolo miglioramento. L’obiettivo chiaramente è la medaglia alle Olimpiadi». Deciso, motivato: così abbiamo trovato Jacques Theolier.

4 COMMENTI

  1. Si si…che sia bravo non si discute…però pure i nostri sono stati bravi, Moellgg coppa di specialità 2008, Razzoli esploso quest'anno, Thaler recuperato, Rocca quasi…e poi si parla tanto della scuola italiana…poi non vorrei che a inizio stagione (vi ricordo stagione olimpica) ci si ritrovi a dire che ci vuole un po' di adattamento con il nuovo allenatore…cose già sentite tanto per intenderci…comunque in ogni caso in bocca al lupo a Theolier e agli azzurri!

  2. secondo me può fare bene un volto nuovo, fuori dalle solite logiche italiane (gruppi sportivi, etc…). I nostri sono un po' viziatelli… E poi Theolier ha fatto grandissime cose in Francia con Grange e Lizeroux, ma anche con gli altri come Missillier etc…

  3. Poi non capisco, in tutti gli sport olimpici fanno programmi quadriennali, nello sci l'anno prima le olimpiadi si cambia (vedi anche Torino 2006 con risultati deludenti), tra l'altro anche i nostri allenatori hanno ottenuto ottimi risultati. Sicuramente sarà bravo ma non capisco la necessità di prendere uno straniero, con tutto il rispetto non siamo mica il rugby. Nello sci abbiamo una grande tradizione di allenatori, tanto che molti se ne vanno anche all'estero…