Tutto confermato a Pozza di Fassa per la Coppa Europa

0
1049

Il tradizionale slalom in notturna sarà intitolato ad Elke Pastore

La pista Alloch di Pozza di Fassa non tradisce. Nonostante le mille difficoltà legate alle elevate temperature il tracciato fassano è pronto per ospitare il tradizionale slalom speciale in notturna di Coppa Europa. L’appuntamento è confermato dunque per il tardo pomeriggio di giovedì 15 dicembre quando si accenderanno i riflettori dello Ski Stadium per la prima manche dell’avvincente sfida che da quest’anno è intitolata ad Elke Pastore.
Decisamente soddisfatto il direttore tecnico di Coppa Europa Markus Waldner che ha fatto un sopralluogo in Val di Fassa prima degli altri appuntamenti altoatesini: «Qui va davvero di lusso – ha commentato il dirigente Fis – rispetto ad altre località dove siamo stati costretti a fare i salti mortali, riducendo in parte il percorso, la pista Alloch si presenterà in tutta la sua tecnicità. Era strategico infatti proporre uno slalom prima della Coppa del Mondo della Badia considerando che quello di Campiglio verrà posticipato. Sono sicuro che sarà una grande gara, come del resto è sempre accaduto nelle ultime edizioni».
Gran lavoro per lo staff dello Ski team Fassa coordinato da Giorgio Deluca e per gli esperti preparatori della società Buffaure. In questi giorni hanno realizzato un vero e proprio miracolo e si sono pure  visti gratificare dalla nevicata di lunedì che ha fornito un aspetto più invernale al paesaggio. «Per tutta la giornata di martedì – spiega Deluca – ci siamo dedicata alla barratura per garantire il fondo adeguato alle esigenze di un evento importante come quello di Coppa Europa. Siamo pronti».
E agli sforzi organizzativi hanno risposto presente alcuni fra i migliori interpreti mondiali dello slalom. Escluso l’atleta di casa Cristian Deville, che farà comunque l’apripista, la pattuglia italiana è capitanata dall’altro fassano Stefano Gross, protagonista nello slalom di Beaver Creek, quindi dal campione olimpico Giuliano Razzoli, quarto lo scorso anno sull’Alloch. A seguire tanti giovani di belle speranze come Roberto Nani, Francesco Romano, Andrea Ballerin, Riccardo Tonetti, Matteo De Vettori, Jacopo Di Ronco, Giordano Ronci e l’esordiente trentino Pietro Franceschetti.
Non mancherà neppure il vincitore della scorsa edizione della gara fassana, ovvero lo svedese Jens Byggmark e i suoi compagni di squadra Mattias Hargin e Markuss Larsson. Fra gli austriaci occhio a Wolfgang Hoerl e a Michael Matt, anche se i più in forma, visto anche il risultato dello primo slalom continentale di Trysil, appaiono i norvegesi Truls Johansen e Lars Elton Myhre, mentre il francese Maximine Tissot guiderà il lotto di agguerriti francesi.
Fissato anche il programma della gara. La prima manche inizierà alle 17, nella pausa intrattenimento musicale e un’area prodotti tipici trentini per intrattenere il pubblico di appassionati, quindi alle 20 la seconda frazione che decreterà il vincitore della decima edizione dell’evento fassano, nel quale curiosamente non ha mai trionfato un atleta italiano, pur essendo la pista Alloch assieme alle altre skiarea della Val di Fassa, abituale centro di allenamento delle nazionali di sci alpino. Sarà forse l’anno buono?