Tutti vaccinati per Vancouver?

0
123

Domani incontro tra il presidente del Coni Petrucci e il ministro Fazio

Il presidente del Coni Giovanni Petrucci ha inviato una lettera al viceministro con delega alla Salute, Ferruccio Fazio con la “richiesta di vaccinazione preventiva contro il virus dell’influenza A/H1N1 per tutti i componenti della squadra olimpica e paralimpica prima della partenza per i Giochi Invernali di Vancouver 2010”. Domani ci sarà un incontro tra Fazio e Petrucci. In casa Fisi si sono già ‘mossi’; abbiamo sentito il dottor Marco Freschi della commissione medica: "Abbiamo comunicato quindici giorni fa agli atleti la possibilità di fare il vaccino influenzale tradizionale e noi siamo a disposizione per farlo. Per quanto riguarda invece il discorso del vaccino per la cosiddetta  ‘suina’ il discorso si complica. Infatti solo le categorie a rischio possono rientrare in questa vaccinazione. Tuttavia domani il Coni incontrerà i vertici della Sanità per decidere la linea di condotta da adottare. Comunque abbiamo avvisato gli atleti che possono farsi vaccinare tramite i gruppi sportivi. Infatti i militari sono tra quelle categorie considerate a rischio. In ogni caso non potremo fare nulla come Fisi, perché è necessario recarsi direttamente presso le Asl territoriali, non essendo disponibile il vaccino in farmacia. E’ necessario ricordare che se si fanno i due vaccini, devono trascorrere almeno quindici giorni l’uno e l’altro. Si legge che il vaccino per la suina è pericoloso? Non direi esattamente così, anche se è vero che è stato fatto in fretta e non se ne conoscono nel dettaglio le controindicazioni”.

Articolo precedenteE' già tempo di allenamenti
Articolo successivoGli azzurri per l'opening di Coppa Europa
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...