Tutta la soddisfazione di Theolier

1
912

«In estate ho visto 'Simo' con la pancia aperta, ora è già sul podio…»

Jacques Theolier esulta dopo il secondo gigante della stagione. «Una prova superlativa, la squadra è cresciuta molto dopo Soelden, il lavoro fatto negli Stati Uniti ha pagato davvero».

GRANDE SIMONCELLI – Il tecnico francese è felice in maniera particolare per il podio di ‘Simo’. «A giugno a Grenoble l’ho visto in ospedale con la pancia aperta, alla seconda gara è già sul podio. Onore a Simoncelli, che dire, grande gara e gran carattere». Ma tutta la squadra è andata forte. Max Blardone è arrivato nono nonostante tanti errori, sono sicuro che lo vedremo prestissimo nei quartieri alti della classifica. E poi i giovani, hanno forse mancato un po’ di esperienza, era una gara difficile.

SICUREZZA MOELGG
– Manfred Moelgg, dopo il podio di Soelden, è quarto in Colorado. Ancora Theolier: «Sciolto, sicuro, si vede che ha fiducia. Alla vigilia ho detto che eravamo dietro solo a Ligety, Hirscher e Fanara. Il francese è uscito, infatti eccoci subito dietro».

LIGETY E I MATERIALI PAUROSI
– Cosa ha Ted Ligety in più degli altri? Chiude il tecnico degli slalomgigantisti: «Ligety è fortissimo, è impressionante perchè in ogni situazione fa velocità. Oltre al suo livello tecnico altissimo, ha anche dei materiali pazzeschi, regolari certo, ma di un’altra categoria. Visto quesi distacchi abissali, è l’unica spiegazione che mi posso dare».

Articolo precedenteKvitfjell, Goggia quarta in superG
Articolo successivoAnche a Beaver Creek detta legge Ted
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

1 COMMENTO