Trentino: quattro nuovi vincitori nello slalom Children

0
312

Seconda giornata dei Regionali a Passo San Pellegrino

Altri quattro titoli in palio e quattro vincitori diversi rispetto alla prima giornata. La legge dello slalom speciale consegna un altro poker di protagonisti ai campionati trentini ragazzi e allievi di sci alpino organizzati dall’Unione sportiva Monti Pallidi. Nella prova fra i pali stretti, valida per il trofeo Rasom Wood Technology, andata in scena sulla pista Costabella a Passo San Pellegrino a centrare la medaglia d’oro questa mattina sono stati due lagarini nella categoria ragazzi, ovvero Giulia Peterlini del Tezenis Ski Team e Francesco Galdiolo dell’Agonistica del Baldo, mentre fra gli Allievi si sono affermati Federico Vanzo dell’Agonistica Marmolada e Francesca De Luca dell’Agonistica Campiglio. L’aspetto curioso riguarda che fra i quattro vincitori solo 3 sono valligiani. Un’inversione di tendenza o una semplice coincidenza? visto che la Peterlini è di Rovereto, Galdiolo di Bussolengo, De Luca di Basiglio, in provincia di Milano e Vanzo è di Masi di Cavalese. Forse è un segnale dello sci che sta cambiando, anche perché il copione è identico sui rimanenti gradini del podio.
Tutte vittorie comunque con distacchi importanti, visto che Giulia Peterlini ha inflitto 1 secondo e 1 centesimo a Francesca Elefanti dell’Agonistica Campiglio e 1 secondo e 65 centesimi a Carlotta Zanella, sempre del club campigliano. In campo maschile Francesco Galdiolo ha staccato di 38 centesimi Giovani Zotta del Cai Sat Rovereto e Matteo Scalet dello Ski Club San Martino che era in testa a metà gara.
Fra le allieve Francesca De Luca ha staccato di 55 centesimi Martina Peterlini, quarta a metà gara e sorellina di Giulia, quindi di 81 centesimi la vincitrice del superG Lucrezia Fantelli. Infine fra gli Allievi il distacco che ha separato il vincitore Federico Vanzo dalla medaglia d’argento Alberto Valentini del Tezenis Ski Team è risultato di 74 centesimi, con un po’ di rammarico visto che era in testa nella prima manche. Un secondo e 3 centesimi invece il ritardo di Pascal Rizzi dell’Anaune, terzo al traguardo.
Nella graduatoria di società trionfo, come nella prima giornata per l’Agonistica