Topolino, gli italiani qualificati agli Internazionali

Stilata anche la classifica riservata ai Comitati. Vittoria del Piemonte su Lombardia e Alto Adige. Stasera l'inaugurazione della rassegna internazionale

1
Topolino
Riccardo Allegrini e Francesco Colombi ©Alice Russolo

Al termine delle due giornate di gara il Selezionatore della Fisi Paolo Colombo ha ufficializzato i nomi degli atleti che rappresenteranno l’Italia nel 55° Trofeo Topolino Internazionale di venerdì e sabato, suddivisi in base ai risultati in squadra A e squadra B.

ITALIA A –  Lea Rier (Altipiano Sciliar – AA), Giulia Scarabosio (Golden Team Ceccarelli – AOC), Marco Abbruzzese (Mondolè Ski Team – AOC), Lorenzo Thomas Bini (Sc Sestriere – AOC), Chiara Cittone (Valsusa Ski Team – AOC), Jamie-Le Pellizzari (Sc Gardena – AA), Ilaria Ghisalberti (Radici Group – AC), Simon Talacci (Sc Livigno – AC), Francesco Colombi (Equipe Limone – AOC), Riccardo Allegrini (SportivaLazio – CLS)

ITALIA B – Sophie Mathiou (Sc Pila – VA), Alice Pazzaglia (Schia Monte Caio – CAE), Emile Boniface (Chamolè Ski Team – VA), Edoardo Saracco (Equipe Limone – AOC), Angelica Bonino (Equipe Limone – AOC), Celina Haller (M Ski Alpino – AA), Martina Carrel (Crammont Mont Blanc – VA), Giacomo Dalmasso (Ski College Veneto – VE), Werner Krause (Sc Città di Rovereto – TN), Giacomo Bertini (Radici Group – AC) .

 CLASSIFICA COMITATI – Nella classifica per Comitati della due giorni delle selezioni nazionali intitolate alla memoria di Giovanni Tononi hanno primeggiato le Alpi Occidentali con 1.465 punti. Secondo posto per le Alpi Centrali con 1.000 punti e terza piazza per l’Alto Adige (965), con Veneto (559), Comitato Valdostano (516) e Trentino (476) a seguire.

PROGRAMMA – Alle 18,30 si alzerà ufficialmente il sipario del 55° Trofeo Topolino Internazionale con la cerimonia di apertura e l’accensione del tripode da parte del campione di Castelrotto Peter Fill.

1 COMMENTO

  1. Vorrei fare un augurio alle “bombe AOC” che molto frequentemente vincono la classifica per comitato al Topolino,al Pinocchio e ai Giovanissimi. Che almeno qualcuno tra quelli che hanno contribuito alla vittoria del comitato possa,tra qualche anno,ritrovarsi tra i “grandi” in senso assoluto. Augurio di cuore,visto che,purtroppo,molti sono passati da questi successi giovanili,pur sempre belli e importanti,ovviamente,sparendo poi letteralmente una volta entrati nel giro FIS,oppure comunque barcamenandosi su punteggi buoni ma non ottimi e finendo quindi per fare la prima selezione maestri utile. Al posto del presidente AOC ragionerei un pò con i consiglieri su questa problematica