Topolino: capolavoro Padello, bis Della Mea

0
1201

Due medaglie d'oro per l'Italia nell'ultima giornata di gare

I giovani azzurri oggi si sono messi al collo due favolose medaglie d’oro al Trofeo Topolino. Paolo Padello e Lara Della Mea sono stati protagonisti indiscussi sulle piste trentine ed hanno messo in fila tutto il resto del mondo, il primo nel gigante Allievi e la seconda nello slalom Ragazzi. La forte slovena Meta Hrovat si è aggiudicata la medaglia più preziosa tra le Allieve, mentre alla Francia di Victor Besson è andato l’oro nello slalom Ragazzi. L’Italia ha anche vinto il Trofeo Topolino per nazioni, davanti a Francia e Svizzera.
Cielo azzurro e temperature gradevoli hanno accolto stamane gli oltre 300 atleti provenienti da ogni angolo del pianeta, per la seconda e ultima giornata del 51° Trofeo Topolino sulle piste Agonistica e Salizzona di Folgaria. Da quest’ultima, i gigantisti sono stati i primi a scattare, e l’Italia ha fatto immediatamente sentire la propria voce con la brillante prova del piemontese Padello, secondo solo al fulmine belga Armand Marchant. Terzo dopo la prima frazione di gara era il norvegese Johannessen, davanti al ceco Forejtek ed al vincitore dello slalom di ieri, il bulgaro Albert Popov. Nei primi quindici si piazzavano anche gli azzurrini Federico Vietti e Thomas Mair. E proprio da Vietti è arrivata la prima “carica italiana” al podio nella seconda manche, con una discesa perentoria che lo piazzava secondo provvisorio dietro al finlandese Engroos (decimo dopo la prima manche e miglior tempo di manche nella seconda). Dopo poco, era Popov a scaldare il parterre e prendersi una rivincita su una prima manche con troppi errori, come lui stesso ha commentato a fine gara. Il bulgaro primo provvisorio quindi, finché il giovane sciatore di Limone Piemonte non gli è balzato innanzi con autorità e c’era ora solo la manche di Marchant da attendere. Il belga ha voluto forse strafare e sull’ultimo cambio di pendenza è scivolato fuori pista, consegnando la vittoria all’italiano Padello. Da segnalare anche il buon quinto posto di Vietti e l’undicesimo di Francesco Gentilli.
In campo femminile, la prova della Hrovat (già medaglia di bronzo ieri nello slalom) è stata superlativa sia nella prima che nella seconda manche, e alle avversarie non sono rimaste che le cosiddette ‘briciole’…d’argento per la svizzera Aline Danioth e di bronzo per la francese Romane Geraci. La migliore italiana nel gigante Allievi è stata la ligure Beatrice Barbagelata, quinta.

Mentre gli Allievi si contendevano le medaglie tra le porte larghe, tra i pali stretti della pista Agonistica tornava a brillare la tredicenne friulana Lara Della Mea. Dopo il trionfo in gigante di ieri, oggi Lara aveva chiuso la prima manche non proprio soddisfatta del secondo posto provvisorio, dietro alla svizzera Amelie Depasquier, e per la seconda prometteva un pronto riscatto. Riscatto che è arrivato puntuale dopo una discesa perfetta, che le faceva chiudere la gara con il tempo finale di 1’22”81, davanti alla lettone Zanete Gedra ed alla croata Lana Zbasnik. Mancava solo la leader svizzera Depasquier, che però incappava in due errori nella prima metà di pendio, sufficienti a farle perdere attimi preziosi e a imporle un ritardo di 16 centesimi dall’azzurra. Le altre italiane Carlotta Saracco e Carolina Pozzi hanno chiuso settima e undicesima.
Victor Besson tra i Ragazzi era il favorito di giornata. Dopo il bronzo di ieri in gigante intendeva far valere le proprie ragioni anche in slalom. Il transalpino oggi è sembrato in palla fin da subito, chiudendo in testa la prima frazione. Dietro di lui l’azzurro Davide Baruffaldi, che con uno degli ultimi pettorali si attestava al secondo posto a soli 74 centesimi di ritardo da Besson, e 17 centesimi di vantaggio sul croato Kolega, secondo ieri in gigante. Tra l’azzurro e il croato la battaglia è proseguita nella seconda manche, dove il secondo ha prevalso per soli 30 centesimi sull’azzurrino, mentre Besson oggi era atleta di un altro pianeta ed ha strappato l’oro con un secondo e mezzo di vantaggio su Kolega. Il resto della compagine italiana è andato ad occupare la quarta (Zazzaro), la quinta (Franzoso) e la sesta (Hofer) posizione finale.
A salutare i protagonisti oggi pomeriggio c’era anche Davide Simoncelli, anche lui come tanti grandi dello sci, “ex Topolino” e un altro grande “ex”, Ken Read, rimasto sorpreso dal successo di questo evento.
Confermata la sintesi su RAI Sport1, giovedì 8 alle 19. (comunicato stampa Newspower)
 
Classifiche Trofeo Topolino – 3 marzo
 
SLALOM GIGANTE – ALLIEVI FEMMINILE
1 HROVAT Meta SLO 1.40.28: 2 DANIOTH Aline SUI 1.40.71; 3 GERACI Romane FRA 1.41.23; 4 HILZINGER Jessica LIE 1.41.34; 5 BARBAGELATA Beatrice ITA 1.42.20; 6 WESSELS Jennifer NED 1.42.25; 7 ROUX Tifany FRA 1.42.58; 8 WESSNER Gina SUI 1.42.61; 9 PIZZATO Sofia ITA 1.42.73; 10 KÄSLIN Lorena SUI 1.43.25.
 
SLALOM GIGANTE – ALLIEVI MASCHILE
1 PADELLO Paolo ITA 1.39.13; 2 POPOV Albert BUL 1.39.27; 3 ENGROOS Robert FIN 1.39.68; 4 JOHANNESSEN Jens H NOR 1.39.72; 5 VIETTI Federico ITA 1.39.94; 6 FOREJTEK Filip CZE 1.40.08; 7 GRATZ Fabian GER 1.40.23; 8 LORIOT Mathieu FRA 1.40.47; 9 SCOTT Alec Trent AUS 1.40.49; 10 MANKINEN Miikka FIN 1.40.57.
 
SLALOM – RAGAZZI FEMMINILE
1 DELLA MEA Lara ITA 1.22.81; 2 DUPASQUIER Amelie SUI 1.22.97; 3 GEDRA Zanete LAT 1.23.49; 4 ZBASNIK Lana CRO 1.23.98; 5 ERRARD Anouck FRA 1.24.52; 6 MUZAFERIJA Elvedina BIH 1.24.62; 7 SARACCO Carlotta ITA 1.25.45; 8 NORDBYE Kaja NOR 1.25.46; 9 MORAVCIKOVA Sona SVK 1.25.96;
10 THOORIS Marie FRA 1.25.98.
 
SLALOM – RAGAZZI MASCHILE
1 BESSON Victor FRA 1.16.38; 2 KOLEGA Samuel CRO 1.18.87; 3 BARUFFALDI Davide ITA 1.19.00; 4 ZAZZARO Giovanni ITA 1.19.21; 5 FRANZOSO Matteo ITA 1.19.59; 6 HOFER Damian ITA 1.20.30; 7 VOLLO Gustav Rosberg NOR 1.20.63; 8 BIJOL Jaka SLO 1.21.10; 9 OUVIN Jan CZE 1.21.25; 10 GURYANOV Nikita RUS 1.21.42.