Tomba: 'Roda? La persona giusta'

17
1645

WJC Live – Parole di apprezzamento di Albertone per il suo coach

Un ospite d’eccezione ai ‘Mondialini’. E’ arrivato Alberto Tomba per le premiazioni. Al parterre, a quella ufficiale con le medaglie: sempre protagonista, in prima linea, ‘sotto i riflettori’. Con lui c’è Flavio Roda, suo tecnico nelle ultime stagioni e anche suo amico. A Roccaraso, come anche sulle Alpi, circola nelle ultime ore in maniera insistente il nome di Roda fra i candidati alla presidenza della FISI. Lui nicchia, sembra aspettare, ma intanto crescono i consensi. I tecnici gli riconoscono stima e fiducia, anche se poi non saranno in prima linea nella ‘battaglia elettorale’. Ma l’appoggio del mondo della base dà morale e sicurezza. Abbiamo chiesto ad Alberto Tomba cosa ne pensa di Roda presidente: «Flavio? La persona giusta, viene dalla base, dal campo. Uomo davvero di esperienza». Non male come sponsor…

Articolo precedenteStagione finita per Denise Feierabend
Articolo successivoGigante, prima manche a Sara Hector
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

17 COMMENTI

  1. non si scherza non e' un gioco sta arrivando Mangiafuoco ( si il condannato in 1' ) lui comanda e muove i fili fa ballare i burattini… Ricordate la canzone di Bennato? E già voi pensavate che stessero ancora cercando il candidato morzentiano…. Voi pensavate che Roda fosse il frutto della spinta dei tecnici e degli atleti… E invece no! Il buon Flavio é il prescelto da Morzenti, Bortoluzzi, Marrocco, Checchi etc. etc. Aspettiamoci a giorni il grande lancio. Ma ve lo immaginate? " tira via quell allenatore, metti questo!… fatti dare questo dai C. O. , dai l'Audi a Checchi, anzi no a Marrocco, anzi no a tutti e due,… (Bortoluzzi già l'ha avuta)… E mi raccomando… che sia Quattro! .. anzi no… a Checchi la Q7 che viene da lontano, da quel posto dove hanno partorito le prime famose deleghe contraffatte che hanno portato la Fisi al commissariamento! Fai così Flavio, altrimenti…. da domani sei fuori!! Ma lo capiamo o no che queste persone hanno infestato Fisi ed ora ce le ritroviamo a competere ancora per le comode poltrone di via piranesi ? Svegliamoci!!!

  2. errore andreini: la swiss ski ha addirittura come presidente un certo Urs Lemann che non è mai stato tecnico ma solo atleta, e sotto la sua guida "sportiva" e non politica la svizzera è uscita da una crisi incredibile che la aveva investita una decina d'anni fa..il canada idem con presidente ken read e anche qui i risultati si vedono..
    ultima cosa: il businnes plan su cui si basa la ripresa economica di la TUTTA federazione lo ha fatto una commissione (circa 5 stagioni fa) con dentro il solo "tecnico" roda tutto il resto era politica ..in poche parole è stato lui a farlo..

  3. Certamente allenare non e' come gestire una Federazione e nelle altre Federsci non mi risulta ci siano ex allenatori come presidenti… Manager si', ma gli allenatori di solito allenano e non hanno una visione molto più ampia. Per me Roda non sarebbe in grado..

  4. Le capacità tecniche di Roda nessuno le ha mai messe in discussione, i fatti parlano per lui. Ma penso che un presidente di una federazione come la fisi, sarebbe meglio che di tecnica non ne capisse niente, ma che da un punto di vista managgeriale sia allo stesso livello che è Roda dal punto di vista tecnico.

  5. finalmente un nome serio!! se qualcuno conoscesse Roda saprebbe che è stato lui a fare l'impianto di tutti questi tecnici che ora lavorano nelle squadre…rulfi lo ha inventato lui come allenatore dei velocisti, serra lo ha promosso lui come responsabile di squadra, lo stesso ravetto è stato riportato in fisi da roda..il settore giovanile sotto la sua direzione ha vissuto il momento di maggior splendore della storia della fisi (ben 11 medaglie in 3 mondiali junior con 3 campioni del mondo)..e sopratutto è un uomo molto legato alla fisi!! meditate gente….meditate che finalmente c'è una persona valida..

  6. Sono vostre opinioni. Io ho le mie e non mi permetto di definirle cazz..te. Quindi se a voi dipiace che siano stati allontanati dallo staff tecnico degli ottimi allenatori, ma quanto meno antiquati nella metodologia e nell'impostazione tecnica, a me dispiace che non considerate che quest'uomo ha creato i presupposti per la creazione della squadra nazionale di oggi, permettendo l'ingresso in squadra di giovani interessanti e forti, permettendo il raccolto di medaglie a raffica nel settore juniores (cosa che – cronaca odierna – i suoi successori faticano ancora ad eguagliare) e a trovare degli sponsor per finanziare il settore giovanile, in modo da poter portare in giro per il mondo quegli atleti che oggi rappresentano i pilastri su cui poggia la squadra A. Opinione personale che ho cercato di argomentare.

  7. Caro Enrico,finiscila di sparare c…..,e' stato lui che con l'appoggio di COPPI quando era presidente,ha mandato a casa dei sig. allenatori che avevano lavorato bene nelle sq. C-B-A solo perche'davano fastidio a lui!!!! Ti faccio solo alcuni nomi G THOENI- GHILARDI V -EDALINI ,e tanti altri di cui terrei i nomi!! Cerchiamo di aver tutti gli elementi in mano prima di parlare!!!!

  8. Peccato che fino ad ora Roda rappresenti l'unico tecnico, con competenze davvero manageriali su cui possiamo contare. L'unico che abbia introdotto un progetto di crescita tecnico nel mondo giovanile, l'unico che nel progettarlo sia anche riuscito a farlo sponsorizzare. Tant'è che da quel fondo anche la FISI centrale ne ha attinto a piene mani. Grazie a quel progetto in nazionale sono arrivati Borsotti, Casse e lo stesso Razzoli. Classifiche imparziali e meritocrazie. Ma questo naturalmente non piaceva a qualcuno, per cui Roda fu "promosso" alla scuola Tecnici Federali. Francamente mi sembra l'unica persona qualificata per unire e non dividere.