Tignes, un allenamento diverso

3
870

Theolier: «Condizioni della neve mutevoli, ma comunque lavoro allenante»

L’allenatore responsabile degli slalomgigantisti azzurri Jacques Theolier è soddisfatto dell’allenamento sul ghiacciaio francese di Tignes dei suoi ragazzi in vista del gigante di apertura a Soelden: «Un allenamento diverso, la neve si è presentata in tutte le sue tipologie, come anche le condizioni del meteo. Certo, non abbiamo trovato il ‘vetro’, il ‘barrato’ che con molta probabilità ci sarà sul Rettenbach, ma comunque è stato positivo confrontarsi su nevi diverse. Adattarsi è fondamentale, e per chi scia in Coppa del Mondo ad alto livello è quasi più facile sciare sul duro che su nevi morbide. La squadra sta lavorando con determinazione, c’è solo da definire il decimo convocato per Soelden».

Articolo precedenteSchenk, la schiena va meglio
Articolo successivoSoelden: Deville, piu' no che si
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

3 COMMENTI

  1. Secondo mé il decimo dovrebbe essere Alexander Ploner, però non senza averlo aggregato a qualche allenamento. L'anno scorso di questi tempi alcuni atleti fuori squadra come lui erano già stati aggregati con la prima squadra per dargli l'opportunità di allenarsi. Quest'anno niente, mah ? Anche se lui meritava comunque il posto nel gruppo di interesse nazionale, non mi stancherò mai di riperterlo !!!!!!

  2. In base ai coefficienti e le posizioni top 100 pubblicate dalla federazione,per quel che riguarda il gigante il primo della lista risulta essere Ballerin.

    La federazione auspicava l'inserimento di giovani, quindi penso debba essere preso in considerazione. Vedremo……….