Terzo oro per Lauren Woolstencroft, Corradini quarta

0
136

Grande gara dell'azzurra, a soli dodici centesimi dal podio

Sole splendente a Creekside per la gara di discesa libera, su neve dura e con un tracciato che nulla aveva da invidiare, in quanto a difficoltà, alla gara olimpica. Nella gara ‘visulaly impaired’ si è imposta la canadese Viviane Forest davanti alla slovacca Farkasova e alla statunitense Umstead, mentre in campo maschile (non erano al via Dal Maistro e Balasso) si è imposto – dopo due secondi posti in slalom e gigante – lo spagnolo Jon Maiztegui Santacana, precedendo Mark Bathum, statunitense, e il tedesco Gerd Gradwohl. Nella categoria sitting tra le donne c’è da segnalare la doppietta delle americane, con Alana Nichols che ha preceduto Laurie Stephens. Medaglia di bronzo per l’austriaca Claudia Loesch. Tra gli uomini, dopo l’argento in gigante, vittoria per lo svizzero Cristoph Kunz davanti a due giapponesi, Taiki Morii e Akira Kano. Nella categoria standing, infine, grande delusione per i colori azzurri: la trentina Melania Corradini ha disputato una grandissima gara, ma ha dovuto accontentarsi del quarto posto, staccata di soli 12 centesimi dalla tedesca Rothfuss che si è portata a casa la medaglia di bronzo. Il successo, per la terza volta consecutiva, è andato alla star di questi giochi, Lauren Woolstencroft: la canadese, nonostante le tre amputazioni, non ha conosciuto rivali su questa pista, concludendo con oltre quattro secondi di vantaggio sulla francese Solene Jambaque. Tra gli uomini secondo oro consecutivo, dopo quello in gigante, ma soprattutto ventesima medaglia paralimpica in carriera, per Gerd Schoenfelder che ha preceduto di quasi due secondi una coppia di atleti appaiati in seconda posizione: l’australiano Marty Mayberry e lo svizzero Michael Brugger. Ottima la gara del nostro atleta Christian Lanthaler: l’altoatesino ha concluso in nona posizione. Questa sera (orario italiano) si gareggia in superG: Dal Maistro andrà a caccia della medaglia d’oro.