Terzo giorno a Champorcher per i gigantisti

2
253

Nella sezione video un'esclusiva clip sulla giornata di allenamento

Terza giornata di allenamento per i gigantisti azzurri sulle nevi valdostane di Champorcher. La località a monte del forte di Bard si è presentata in condizioni eccellenti: dopo una leggera nebbia nelle prime ore del mattino che ha fatto temere il peggio, è uscito un magnifico sole. Freddo, neve compatta e una pista davvero valida. «È perfetta per preparare Adelboden – ha commentato Matteo Guadagnini, allenatore responsabile degli azzurri – perché è ondulata e varia. Per certi versi ricorda alcuni punti del Chuenisbargli. Poi qui sono stati tutti gentilissimi e ci hanno permesso di lavorare davvero bene». Siamo saliti anche noi a Champorcher, per realizzare un clip esclusiva sull’allenamento degli azzurri che potete vedere cliccando sulla tab ‘video’ della home page. Quattro giri a testa, su neve barrata, di circa cinquanta secondi. In pista abbiamo visto Simoncelli, Blardone, Gufler, Eisath, Borsotti, Innerhofer e Fill. «Dopo la gara dell’Alta Badia ci siamo parlati, per capire che cosa non ha funzionato – ha commentato ancora Guadagnini e credo che in Svizzera andremo per vender cara la pelle. Diciamo che sulla Gran Risa c’è stato qualche problema di materiali e per qualcuno un approccio un po’ troppo soft alla prima manche». Voglia di riscatto, dunque, e clima bello carico nel gruppo. Solita ‘cattiveria’ per Blardone, che ha fatto vedere alcuni pregevoli passaggi sul ripido, mentre Simoncelli sta lottando con una serie di acciacchi. «Era troppo bello l’anno scorso, quando praticamente sciavo senza alcun dolore. Ma non importa, cercherò lo stesso di andare forte» le sue parole proco prima dell’allenamento. Progressi per Fill e Innerhofer, accompagnati dal tecnico di riferimento Max Carca. Ci sono poi sembrati ‘in palla’ Gufler e Eisath. «In allenamento stanno facendo molto bene, il problema resta sempre trasferire tutto questo in gara. Ma sono fiducioso» il commento di Matteo. Bello sereno, deciso anche Giovanni Borsotti: il ‘bocia’ del gruppo ha fatto vedere una condizione davvero interessante. «Le aspettative sono un po’ cambiate dopo gli ultimi risultati. Non sento alcuna pressione, ma ho davvero voglia di andare forte, anche se il mio obiettivo stagionale resta la Coppa Europa» ha commentato Giovanni. Domani Borsotti farà un po’ di slalom insieme a Fill e Innerhofer ancora a Champorcher, poi tutti alla volta di Adelboden per uno dei week-end di Coppa del Mondo più attesi della stagione.

2 COMMENTI